La tenuta di Guerrino [121]

GuerrinoMilitare
Guerrino, ricavato dalla bandiera della Marina Militare.

Revisione 22 nov 2018 – Anche questa, per i bambini: ultimamente il Leone di San Marco, Pacifico, è occupato ad adornare tutte le terrazze di Venezia, tutte le bandiere, tutti i monumenti e quant’altro mentre Guerrino, da molto tempo, non ha niente da fare. Guerrino si è fatto, nel tempo libero che ha, una bella tenuta a Malamocco, dove vivono, in attesa di essere mangiati da lui, parecchi animali. Continua a leggere La tenuta di Guerrino [121]

Architettura [120]

The_Horologe
Una foto del 1890-1900.

Revisione 21 nov 2018 – Anche questa, per i bambini di tutte le età: La Torre dell’Orologio di Venezia risale al 1499 ed è opera dell’architetto Mauro Codussi. Sopra, ci sono due statue, dette de ‘i mori’ (a causa del colore del bronzo), che con due martelli battono le ore. Sotto, c’è un Leone di San Marco, Pacifico, pesantissimo e sotto ancora c’è un ballatoio con delle rotaie e con due porticine, una con le ore e una con i minuti. Continua a leggere Architettura [120]

Ora di colazione [119]

Voigtlander Vito BL Ob.Color Scopar f/2.8 50mm
Voigtlander Vito BL Ob.Color Scopar f/2.8 50mm

Revisione 21 nov 2018 – Anche questa, per i bambini di tutte le età…

Un poveraccio, piuttosto sfortunato, di nome inventato P (Poveraccio) faceva la vita del barbone. Era un laureato in medicina, poi divenuto professore, persona molto in gamba. Aveva una moglie bellissima che lo aveva sposato per un motivo solo: lui le aveva promesso una vita da miliardari e lei aveva accettato. Continua a leggere Ora di colazione [119]

Sindacato Contrabbandieri [118]

flag

Revisione 21 nov 2018 – Memo non era un mostro di intelligenza e non era riuscito ad ottenere la licenza elementare. Viveva in Via Garibaldi, a Venezia, dove sbarcava il lunario comperando sigarette egiziane ovali dai pescatori greci e rivendendole ai privati: in pratica, un contrabbandiere di sigarette. Continua a leggere Sindacato Contrabbandieri [118]

Cappuccetta Rossa [117]

Cappuccetto1
Gustavo Doré: Cappuccetto Rosso.

Revisione 21 nov 2018 – Alias: la vera storia, quella vera. Come ben si sa, nelle immagini di Gustavo Dorè, Cappuccetta Rossa, la nostra eroica eroina (da noi riportata dalla fiaba all’Anno di Grazia 2015), non ha il cappuccetto rosso, con mantellina ed antivento ma un semplice cappello basco rosso. Ciò dipende dalla stagione: se l’incontro col lupo avvenisse d’inverno, vada per la mantellina impermeabile Pirelli con tanto di cappuccio, altrimenti, come nel nostro caso, una cacciola rossa, come quella disegnata dal Dorè, sembra più che sufficiente. Continua a leggere Cappuccetta Rossa [117]

Calle Varisco [116]

varisco
Calle Varisco, San Cancian, Cannaregio, Venezia.

Revisione 21 nov 2018 – Nota culturale: La tenia (Taenia solium, Platelminti Cestodi) è un parassita dell’intestino umano, detto anche verme solitario. Si possono ingerire le sue uova dopo aver mangiato carne di maiale  (od altra carne non controllata) che contenga tali uova (cisticerchi). Fino ad un decennio fa, questa parassitosi era molto diffusa e le cure per eliminarla del tutto erano difficilissime, in quanto il parassita stesso si attacca con degli uncini all’intestino umano. La cura, comunque, prostra moltissimo anche il paziente. Continua a leggere Calle Varisco [116]

Pulpito [115]

Pulpito

Revisione 21 nov 2018 – Nota culturale: bisogna distinguere tra pulpito e ambone. L’ambone si trova nella zona dell’altare e dall’ambone si leggono i passi della Bibbia, le Letture Sacre in genere e non è necessaria la capacità individuale dell’oratore, in quanto egli si limita a leggere. Le letture pronunciate dall’ambone fanno parte della Messa. Continua a leggere Pulpito [115]

Il gatto nero 2 [114]

gatos2

[Segue dal 113]

Revisione 21 nov 2018 – Gatto nero: “Io so che hai la pietra, il sassolino nero… mi raccomando di non perderlo mai.”

Leo: “Ma tu parli, in italiano perfetto…” Continua a leggere Il gatto nero 2 [114]

Il gatto nero 1 [113]

gatosRevisione 21 nov 2018 – Da raccontare ai bambini, se non avete paura del gatto nero. Un nostro amico, Leone, di Murano, un vero artista del vetro, con tanto di fabbrichetta, aveva avuto alcuni grandi dispiaceri e, cercando un rimedio, si era gettato a capofitto nelle osterie dell’isoletta, cercando di far felici almeno gli osti, contribuendo al successo delle loro ditte. Continua a leggere Il gatto nero 1 [113]

Semola di segala [112]

minestra

Revisione 21 nov 2018 – Abbiamo già conosciuto in una storia precedente il signor Giacomo, che abita a Venezia nella zona di San Basegio.

Mentre l’altro nostro conoscente, Carletto Tagliapietra, per sé stesso non badava a spese, Giacomo non spendeva niente, nemmeno per sé stesso. Continua a leggere Semola di segala [112]

Da Venezia a Verona [111]

trenoRevisione 21 nov 2018 – Alla stazione ferroviaria di Santa Lucia, Giacomo, un uomo molto anziano, pallido in volto, malaticcio, sale in terza classe, per risparmiare qualcosa, sul treno locale che va a Verona. Continua a leggere Da Venezia a Verona [111]

Il berretto [110]

berretto

Revisione 20 nov 2018 – Abbiamo già parlato di Carlo Tagliapietra, un neoricco veneziano col Rolex al polso, in un altro articolo e in un altro ancora, ai quali rimandiamo per sapere chi sia il nostro protagonista. Continua a leggere Il berretto [110]

L’analfabeta [109]

penna

Revisione 20 nov 2018 – Dalle comunicazioni che riceviamo, sembra che le fiabe per i bambini siano molto richieste epperciò ne aggiungiamo un’altra ancora. C’era una volta un veneziano che abitava a San Polo, in Calle del Campaner, con la nonna. Continua a leggere L’analfabeta [109]

La femminista [107]

femminista

Revisione 20 nov 2018 – Abbiamo già parlato di Carlo Tagliapietra, un neoricco veneziano col Rolex al polso, in un altro articolo, al quale rimandiamo per sapere chi sia il nostro  protagonista. Continua a leggere La femminista [107]

Escursione sulla Marmolada [106]

marmoladaRevisione 20 nov 2018 – Parleremo ancora di Carlo Tagliapietra, un neoricco veneziano col Rolex al polso, che purtroppo non aveva potuto studiare molto e inoltre, quel poco che aveva studiato, lo aveva anche imparato male, per pura negligenza. Continua a leggere Escursione sulla Marmolada [106]