Scheletri [144]

scheletriAsdrubale faceva il guardiano notturno nel cimitero di …omissis… in provincia di Treviso. Dato che lavorava di notte, aveva poco tempo per frequentare l’osteria del paese ma talvolta lo faceva. Aveva due conoscenti spensierati, Bortolo e Claudio, i quali non avevano molto da fare durante il giorno.

Quando i tre si trovavano, parlavano del lavoro di Asdrubale perché del lavoro degli altri due non si poteva parlare in quanto erano disoccupati o meglio, le loro famiglie li mantenevano ancora.

Spesso, chiedevano ad Asdrubale se di notte avesse mai paura. Asdrubale sosteneva che bisognava  piuttosto aver paura dei vivi: non gli risultava che i morti avessero mai fatto del male a qualcuno. Poi, aggiungeva: “I mòrti no i te fa gnént ma se i vésse da fàr quàlche asenàda, par còssa èo che i varìe da fàrmea pròpio a mi, che son là parché no sìe confusiòn te’l zimitèro… parchè lóri i stàe chièti… mi son là par lavoràr, no pa’ far sempiàde…” [I morti non ti fanno niente ma se dovessero fare qualche dispetto, per quale motivo dovrebbero farlo proprio a me, che sono là perché non ci sia confusione nel cimitero… perché loro stiano tranquilli… io sono là per lavorare, non per fare scempiaggini…]

Siccome eravamo verso la metà di ottobre, i due dissero ad Asdrubale:

Sìtu de tùrno ànca ła nòt dal trentaùn al prìmo de novèmbre? Parchè i ha dìta che ła sìe ‘na brùta nòt téi zimitèri…” [Sei di turno anche la notte dal trentuno al primo novembre? Perché hanno detto che sia una brutta notte nei cimiteri…]

Asdrubale: “La nòt de łe θùche in màscara… le è ròbe da bociàsse… par mi, la è na nòt còme tùte cheàltre… mi tàche a łe nòve de séra, fàe łe me òto óre e tórne a càxa méa… cheàltri, se i vòl far fèsta co łe θùche, che i fàe quél che i vòl…” [La notte delle zucche in maschera (Halloween)… sono cose da ragazzini… per me, è una notte come tutte le altre… io attacco alle nove di sera, faccio le mie otto ore e torno a casa mia… gli altri, se vogliono fare festa con le zucche, che facciano quello che vogliono…]

Bortolo e Claudio decidono di comperarsi due tute nere, con tanto di cappuccio, di quelle che portano dipinto uno scheletro fosforescente. Pianificano di prepararsi nello spogliatoio, alle nove di sera della note di Halloween, dove Asdrubale si cambia e, nel buio, dirgli con voce contraffatta che non arrivava più. Prenderà uno spavento folle e loro si divertiranno un mondo, così Asdrubale non dirà più di non aver paura…

A manca 10 alle nove hanno già forzato la porta dello spogliatoio e sono pronti con due tute da scheletro, con le sigarette spente in mano. Alle nove meno un minuto accendono le due sigarette, mettono un cartello ‘il fumo uccide’ come previsto dalla legge (in un certo senso erano già morti e quindi le sigarette non potevano far loro alcun male) e quando arriva Asdrubale…

Asdrubale, nel buio assoluto, vede solo la brace delle due sigarette e sente una voce cavernosa (era Bortolo ma parlava con voce camuffata per non farsi riconoscere): “Sdrùùùbałeee… vołènsi dimandàrte de impiθàrne łe θigherééééteee… no te rivéa pìììì… se łe vén impiθàte noàntri… col fòòòògoooo de l’infèèèrnoooo…” [Asdrubale… volevamo chiederti di accenderci le sigarette… non arrivavi più… ce le siamo accese noi… col fuoco dell’inferno…]

Asdrubale, nel frattempo, si è abituato un poco all’oscurità ma vede solo gli scheletri fosforescenti e non vede ancora le due tute. Posa sul tavolo la sua colazione, si siede e dice in tono imperioso: “Vàrda che lavóro… e i fùma… vardé el cartèl, tosàti… el fùn, el te còpa… mi podarìe ésser vòstro pàre… vàrda che lavóro… fumé… fumé pùra… dàto che sé ànca bèi gràssi e in bóna salùte… fumé… fumé θigheréte che ve fa benón …” [Guarda che lavoro… e fumano… guardate il cartello, ragazzi… il fumo, ti uccide… io potrei essere vostro padre… guarda che lavoro… fumate… fumate pure… dato che siete anche belli grassi e in buona salute… fumate… fumate sigarette che vi fa benone…]

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...