Flaminia [174]

flaminia
Flaminia GT Coupé Touring 2+2.

Per le persone, è importante non far vedere che si è sbagliato. Anche se l’errore è indiscutibilmente sicuro, bisogna negare tutto ciò che è possibile negare, anche al di là di ogni ragionevole dubbio.

E veniamo al fatto. Posseggo una Lancia Flaminia Coupé, carrozzata da Touring, in alluminio, 6 cilindri a V, posti 2+2, 2800 di cilindrata, velocità 191 kmh, lunghezza 453 centimetri, larghezza 166 e altezza 130. Interni colore rosso antico in pelle umana, bellissima, da fare invidia a chiunque.

Sto andando a Ravenna e mi fermo sulla strada Romea, in un bar, per bere un caffè.

Parcheggio con la massima cura perché l’auto è ingombrante e perché non vorrei che per dispetto mi tagliassero ancora una gomma, com’era già successo altre due volte. Ripeto, era parcheggiata benissimo, nei segni bianchi.

A metà del cappuccino, sento una voce baritonale adirata che dice in tono molto aggressivo:

De chi xéła ła Flamìnia qua fóra!” [Di chi è la Flaminia qui fuori!]

Mi giro e vedo un uomo arrabbiatissimo che scruta i quattro o cinque avventori, tra i quali anch’io, intenti alla propria consumazione.

Dico: “Mia: perché?”

Cóme parché! Anca se lù el gà un machinón, ghe pàr mòdi de métar ła vetùra, che no se pòl passàr! Me gà tocà ‘ndàrghe dòsso!” [Come perché! Anche se lei ha un macchinone, le sembrano modi di mettere la vettura, che non si può passare! Ho dovuto andarle addosso!]

Gli altri quattro avventori ed anche il barista escono per vedere il fattaccio e  come sia stata parcheggiata la Flaminia. Rientrano e uno dice:

El vàrda che, par mi,  mègio no se podéva métarla: no ła tóca gnànca na rìga biànca, pròpio gnànca una…” [Guardi che, per me,  meglio non si poteva metterla: non tocca nemmeno una riga bianca, proprio nemmeno una…] Gli altri, annuiscono…

L’investitore li guarda, ha un attimo di indecisione e poi dice: “Cussì no se mète ła màchina: xe vinti àni che guìdo, cussì no se ła méte! Mi no go mài fàto un incidénte! Firmèmo ‘ste càrte e che ła sìa finìa! Po’ pàga l’assicurassión: mi, no pagarìa mai ‘na ròba del gènere!” [Così non si mette la macchina: sono vent’anni che guido, così non la si mette! Io non ho mai fatto un incidente! Firmiamo queste carte e che sia finita! Tanto poi paga l’assicurazione: io, non pagherei mai una cosa del genere!]

Subito dopo, ha firmato l’assunzione di responsabilità per l’incidente e la sua compagnia assicurativa ha pagato tutto. Era un autotrasportatore che effettivamente non aveva mai fatto incidenti.

Tuttavia, anche mentre firmava le carte, non voleva saperne di riconoscere di aver sbagliato: e comunque, come detto, lui non avrebbe mai pagato per un incidente dove aveva (involontariamente?) colpito una macchina parcheggiata male, anche se gli altri dicevano che era parcheggiata bene. L’importante è non riconoscere di aver sbagliato, soprattutto con sé stessi.

Le persone di carattere hanno tutte un brutto carattere…

Annunci

Un pensiero su “Flaminia [174]”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...