Storiografia dei veneti 4 [258]

Veneziani che ascoltano la Banda Municipale - 1961 - Foto di Ernesto Giorgi ©
Veneziani che ascoltano la Banda Municipale – 1961 – Foto di Ernesto Giorgi ©

Prosegue: il periodo pre-romano.

Il sistema di scrittura venetico è assolutamente originale: usa dei punti per dividere le sillabe (come facevano gli illiri) ed è sicuramente di origine etrusca settentrionale.

Dice lo studioso Giambattista Pellegrini: “…nella scrittura venetica presentano regolarmente la puntuazione (punti o sbarrette verticali) ogni elemento vocalico iniziale di parola e di sillaba ed ogni elemento consonantico finale di parola e di sillaba…” Per esempio ego(=io) è scritto .e.xo. Tuttavia, la maggior parte delle scritte va da destra verso sinistra. Come pronuncia, il venetico era molto simile al latino antico.

Il venetico è sovrapponibile al latino antico ed entrambi hanno influenze celtiche, osco-umbre, illiriche e germaniche. Il greco non influenza il venetico direttamente ma lo fa attraverso l’idioma osco-umbro. I karni o carni (galli) si sono infiltrati nel Cadore e poi sino ad Agordo. Quest’ultima osservazione ci permette di concludere che il quadro generale da noi fornito è l’unico che può essere considerato attendibile, altrimenti ci addentreremmo in sovrapposizioni continue, nel tempo e nello spazio, che esulano dalla natura pedagogica di questi scritti e che costituiscono il pane degli studiosi, pane non ancora completamente digerito.

Ricordiamo, ad esempio, che Brescia era la capitale dei galli cenomani, quindi il sovrapporsi di Roma a Brescia ha comportato degli esiti differenti dal sovrapporsi di Roma a Padova, dove i galli cenomani non sono arrivati se non sporadicamente. Tito Livio, padovano, parla di città influenzate dai galli cenomani e cita Bergamo, Cremona e Mantova. E qui è d’accordo con Tolomeo, mentre, a tale elenco, Giustino vi aggiunge anche Vicenza e Trento. Quindi già gli autori antichi non erano concordi nel definire l’espansione stabile dei galli cenomani. I Galli Boi, nel IV° secolo a.C., avevano occupato l’etrusca Felsina che poi fu chiamata Bononia (Bologna) in relazione al loro nome (Boi). Da Bologna, i Boi influenzarono il nord (Adria). Ci sono quindi galli che vengono da nord, galli che vengono da sud. Che confusione…

 Come si eseguono questi studi? Prendiamo come esempio il nome Tambre (Alpago), Tàmer (Agordino), Tamarìe (Vittorio Veneto), Tambro (Verona!) si riferiscono tutti a un appellativo diffuso in Cadore: tàmar, tàmber che significa recinto in legno di ovini, di bovini, quello però vicino alla casera. Il termine sembra addirittura preindoeuropeo. Ci siamo dilungati su questo esempio perché chi studia questi argomenti fa un lavoro mostruoso di ricerca e di osservazione, tuttavia, almeno per me, anche affascinante. Ad esempio, se Padova derivasse da Padus (Po) dovrebbe essere un termine romanzo simile a Padebb(i)o mentre Padua/Patua sta a Mantua come Padova sta a Mantova e sono nomi antichissimi per varie ragioni, modificatisi nel tempo in modo analogo. Quindi Padova non deriva dal Patavium latino ma pre-esisteva ed è vero il contrario: i romani hanno trovato un nome e lo hanno adottato, modificandolo. Di parlare di queste cose non si finirebbe mai ed oltre che essere affascinanti sono utili per sapere meglio chi siamo.

Prendiamo il termine il Piave o la Piave: forse Plavis, Plavem, dall’indoeuropeo *plow- (scorrere), pleu (navigare [sull’acqua del fiume]) da confrontare con il latino pluere (piovere). Si conosce un lago lituano dal nome Plavys.

Tarvisium (Treviso) ricorda il gallico tarvos, toro. Jesolo > Equilum, cavallo, equus, *ekvilo?, venetico ekvon (cavallo). Per cui sarebbe stato Cavallo e Cavallino. Avremmo avuto un primitivo ekvelo, poi ekvolo, così come Acelum è diventato Asolo. Da ekvolo a Jesolo il passo è breve, addolcendo, sempre come Acelum, la c(k) in s dolce: A-solo, Je-solo.

E qui finisce un piccolo studio sul Veneto pre-romano. Se qualche giovane si sentisse attratto da queste materie, avremmo ottenuto il nostro scopo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...