Inferno I_2 [267]

Gustave Dorè – Divina Commedia – Dante e Virgilio - Elaborazione grafica di Ernesto Giorgi ©
Gustave Dorè – Divina Commedia – Dante e Virgilio – Elaborazione grafica di Ernesto Giorgi ©

Revisione 30 dic 2018 A ‘sto pùnto go visto uno e ghe gò dito de iutàrme. El me gà rispòsto che el gèra Virgìlio, un poèta de Róma antìca, nassùo a Màntova e mòrto da mi no so quànti àni… col gèra vìvo, ghe gèra l’imperadór Otaviàno Augùsto e de cristiàni ‘ncóra no se gh’in parlàva… insóma, mi gèra su un pósto indóve che se podéva parlàr co i mòrti… màma mìa… sicóme Virgìlio, dópo, el me gà sempre iutà, forse sul sògno el gèra el sìmboło de ła tèsta che ragióna, che ła xe indispensàbiłe par végnar fóra da quéła confusiòn che ve go dìto prìma.

Ghe gò fàti un pòchi de compliménti, che no i fa mài màl, e ghe gò dìto che tre bèstie me gavèva blocà.

El me gà dito che i połìtici i gavéva a che fàr co łe tre bèstie ma no go capìo ben cóme, gò capìo che par vegnìrghene fóra ghe vołéva ła tèsta fìna e che gèra mègio se ghe ‘ndàvo drìo, parché la tèsta fina el gèra łù.

El me ga dìto ch’el me gavarìa portà travèrso un pósto sénsa témpo, che no se podéva far de manco de passàrghe, che gavarìa sentìo zénte che ‘ssigàva cóme desperài, che i gavarìa vussùo morìr da nóvo, dai dołóri che i patìva… anca se no so’ tànto svégio, go capìo quàsi sùbito che Virgìlio el me parlàva de l’Infèrno…

Dòpo, el me gà dìto che mi gavarìa visto ànca zénte che sofrìva ma che i gèra ànca conténti parché i savéva che i torménti, prima o dòpo, i sarìa finìi… e mi go pensà che quésto no podéva éssar àltro ch’el Purgatório…

El me ga dìto dòpo che gavarìa visto anca el pósto più àlto e più nòbiłe de tùti ma che sarìa stà compagnà da ‘na ànima mègio de quéła sua de lù,  de Virgilio stésso. Lu no’l podéva ‘compagnàrme parché el so pósto el gèra nel Lìmbo e nol podéva ‘ndàr più ‘vànti… cussì go capìo che mi gavarìa vìsto ‘ncà’l Paradìxo…

Virgilio el me gà dito: ”E ‘łóra, ‘ndémo…”

E mi go dìto: “Va bén, ndémo… te stàgo drìo…”

Italiano:

A questo punto ho visto uno e gli ho detto di aiutarmi. Mi ha risposto che era Virgilio, un poeta di Roma antica, nato a Mantova e morto da non so quanti anni… e quand’era ancora vivo c’era l’imperatore Ottaviano Augusto e di cristiani ancora non si parlava… insomma, mi trovavo in un posto dove si poteva conversare coi morti… mamma mia… siccome Virgilio dopo mi ha sempre aiutato, forse nel sogno era il simbolo della testa che ragiona, che è indispensabile per venir fuori da quella confusione di cui vi ho detto prima. Gli ho fatto un pochi di complimenti, che non fanno mai male, e gli ho detto che tre bestie mi avevano bloccato.

Mi ha detto che i politici avevano a che fare con le tre bestie ma non ho capito bene come, ho capito che per venirne fuori ci voleva la testa fina e che sarebbe stato meglio se lo avessi seguito, perché la testa fina era lui.

Mi ha detto che mi avrebbe portato attraverso un posto senza tempo, che non si poteva fare a meno di passarvi, che avrei sentito persone che gridavano come delle disperate e che, a causa dei dolori che pativano, sarebbero volute morire di nuovo… anche se non sono tanto sveglio, ho capito quasi subito che Virgilio mi stava parlando dell’Inferno…

Dopo, mi ha detto che avrei visto anche gente che soffriva ma che erano anche contenti perché sapevano che i tormenti, prima o dopo, sarebbero terminati… ed io ho pensato che questo non poteva essere altro che il Purgatorio…

Mi ha detto infine che avrei visto anche il posto più alto e più nobile di tutti ma che sarei stato accompagnato da un’anima migliore di quella sua, di Virgilio stesso. Lui non poteva accompagnarmi perché il suo posto era nel Limbo e non poteva andare più avanti… così ho capito che avrei visto anche il Paradiso.

Virgilio mi ha detto: “E allora, andiamo…”

Ed io ho detto: “Va bene, andiamo… ti seguo…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...