Altri Giochi psicologici 5 [302]

Venezia – Piazza San Marco – Il Caffè Quadri in una notte dell’estate 1961 – Ernesto Giorgi ©
Venezia – Piazza San Marco – Il Caffè Quadri in una notte dell’estate 1961 – Ernesto Giorgi ©

Segue dall’articolo precedente (Altri Giochi psicologici 4). I giochi si possono classificare, a seconda del ruolo che il soggetto assume nel Triangolo Drammatico.

La classificazione esposta ha un significato relativamente importante perché, mano a mano che il gioco procede, le posizioni nel Triangolo Drammatico si possono modificare continuamente.

  1. Della Vittima: prendimi a calci – Gambadilegno – distrutto dal lavoro – un boccone e via – perché toccano tutte a me – povero me – non è terribile – sto facendo del mio meglio – sì ma… (detto anche “perché non …? sì ma…”)
  2. Del Persecutore: difetti – ti ho beccato, figlio di buona donna – doppio incastro (mamma mi vuoi bene? Risposta: cosa vuol dire?) – violenza carnale – sì, ma… – vedetevela tra di voi – te lo avevo detto – burrasca – il mio è meglio del tuo – perché combini sempre
  3. Del Salvatore: cerco solo di aiutarti – dai qua – saranno contenti di avermi conosciuto – felice di esserle utile – confessionale – prendi un bicchiere – io al tuo posto

I Giochi hanno tre gradi:

  1. Il Gioco crea solo disagi affettivi o psichici.
  2. I Giocatori escono duramente provati e cicatrizzati dal gioco. Non si ripete frequentemente.
  3. I Giocatori terminano all’ospedale, in prigione, in manicomio, in obitorio.

I Giochi consistono in una serie di transazioni (scambio di informazioni tra i Giocatori) nascoste… ma prevedibili:

  1. Un dialogo apparente tra le parti A)dulte dei due Giocatori, od un’altra transazione comunque apparente.
  2. Uno scambio di transazioni nascoste che si svolge senza che l’A se ne renda conto.
  3. L’assieme porta ad aggiungere delle figurine nere (benefici negativi) e l’album prosegue.

Ti ho beccato, figlio di buona donna (dettagliato).

DIALOGO IMPIEGATO-CAPO

Il Capo ha ricevuto ordine dalle alte sfere di incrementare l’uso dei computers, anche se non ci crede. Invita quindi l’impiegato ad usare il computer per creare una tabella sinottica.

  1. Inizio – svalutazione dell’altro implicitamente

IMPIEG.: Apparente:                 A)dulto ==> A)dulto:  Crede che serva il computer?
        In realtà, l’impiegato dice   G)enitore N)ormativo ==> B)ambino:  Ma se nemmeno lei non lo usa mai!

  1. Punto debole del capo – svalutazione di se stesso.

B)ambino C)reativo sa che il B)ambino di entrambi non ci crede.

CAPO:       Tra sé e sé:               G ==>  B     Sii perfetto…

            Sempre tra sé:             B ==>  G           Sto cercando di convincerlo…

              Apparentemente, si sente il capo che dice: A del capo  ==>  A dell’impiegato:           Certamente, i vantaggi sono…

              Capo, parlando tra sé    B ==>  G           Speriamo bene…

  1. contro-replica dell’impiegato – Ti ho beccato, brutto figlio di…

IMPIEG. : Apparente: A ==> A: Chiedo perché vedo che   non lo usa mai, sa com’è…

Nascosta, all’altro       GN ==>  B    Ti ho beccato!

Nascosta, all’altro       B ==>  B    A me non lo fai, carissimo…

Quindi:       Capo: io non ok, lui ok(-+) Impiegato: io ok, lui non ok (+-) 

  1. conclusioni negative per entrambi, che ottengono:
    1. la conferma del racket.
    2. l’incremento della collezione di figurine.
    3. il rafforzamento della posizione di vita.
    4. la sicurezza psicologica derivante dal mantenimento della simbiosi.
    5. l’avanzamento del copione verso lo scacco finale.

Questi sono solo esempi di una materia abbastanza complessa, per dimostrare quanto difficile sia la comunicazione. Speriamo di aver interessato i lettori.

Annunci

Un pensiero su “Altri Giochi psicologici 5 [302]”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...