Meditazioni 1 [306]

Venezia – Piazza San Marco – 1961 – La sezione fiati della Banda Municipale – Ernesto Giorgi ©
Venezia – Piazza San Marco – 1961 – La sezione fiati della Banda Municipale – Ernesto Giorgi ©

Argomento: Il popolo nemmeno sospetta la vastità delle carognate di cui è fatto vittima. Oggi, 2 novembre, è la Commemorazione dei Defunti. Strano che si usi ancora celebrare questa giornata. Lo dico perché, ad esempio, il 31 ottobre, che era la Celebrazione del Risparmio, il risparmio stesso viene contraddetto, si pone in antitesi con la Celebrazione del Consumismo, molto più in voga ai tempi correnti.

Oggigiorno, ufficialmente, ognuno sarebbe libero di fare quello che vuole ma non è così: la televisione suggerisce e tra l’altro lo fa con una certa arroganza.

Anche se non lo dice apertamente, la televisione suggerisce che chi risparmia è un cretino, non fosse altro perché risparmiando si boicotta la ripresa industriale basata sul consumismo. Questo è talmente vero che anche Draghi vuole danneggiare i risparmiatori e non ha il coraggio di dire apertamente che esiste un conflitto tra chi risparmia (e vede l’inflazione come il fumo negli occhi) e il corrente modello economico sbagliato che ci invita a consumare senza sosta. Vanificare il risparmio è cosa inaudita perché il risparmio è radicato nei cervelli di chi non si fida della mano pubblica. Ma anche le usanze che avevamo fino a qualche anno fa stanno per essere estirpate con manipolazioni dialettiche.

In nome di una pretesa modernità, la classe dirigente sta distruggendo un modo di vivere ma in realtà ci sono sotto degli interessi ben precisi: niente di più, solo questione di soldi. Per ottenere questo, per distruggere i valori del singolo, si enuncia anche la distruzione di valori che per la gente non hanno niente a che vedere coi concetti economici.

Nella prima riga riportiamo le novità e subito sotto l’osservazione.

  • Il Presidente del Consiglio sostituisce il Sindaco di Roma con un Commissario proveniente da Milano, integerrimo.
    • Non ho ancora visto personaggi integerrimi. Temo anzi che se tale fosse stato avrebbe subito ostracismi non indifferenti. Vedremo.
  • La Fornero risolve i problemi dell’Inps, tagliando diritti acquisiti dagli Esodati.
    • Agli esodati si tagliano i diritti acquisiti, ad altri i diritti acquisiti non si tagliano perché a certi bassolocati si possono tagliare e a certi altolocati invece non si possono tagliare.
  • Bisogna favorire i supermercati, seguendo le decisioni dell’Unione Europea e fregandosene dei piccoli negozianti perché non conviene rispettarli.
    • Non si dice ai piccoli: guarda, caro, fra dieci anni devi chiudere il tuo negozio e così avrai tempo di guardarti attorno, non domani. Per dieci anni non avrai concorrenza di supermercati ma poi ce l’avrai.
  • Esiste per le aziende un bilancio secondo il Codice Civile e uno (udite!) più vessatorio secondo il fisco.
    • Nessuno ha la forza e la volontà di fare una legge sentenziante che una buffonata del genere deve finire.
  • Il cretino che risparmia ha già pagato le tasse sui suoi risparmi e col suo risparmio, anche se non lo fa consciamente, si rende indipendente dall’imprevidenza sociale.
    • Va punito! Tassiamolo! Favoriamo quello che ha sempre fatto debiti e che ha fatto come noi politici!
  • Vi parla uno che è stato in finanza: la crisi attuale, profonda, diabolica, che finirà tra vent’anni (non torneremo più come prima) era prevedibilissima, tant’è vero che il sottoscritto ha venduto la sua azienda nel marzo 2008.
    • Non è che non abbiano capito: lo sanno benissimo, se ne fregano e continuano a portare avanti un sistema sbagliato sperando di guadagnarci ancora. Il sistema attuale è strutturato per l’economia in crescita. L’economia che ciclicamente va in declino non è nemmeno lontanamente considerata.
  • Le banche devono valutare i loro beni al valore minore tra il prezzo di acquisto e il prezzo del mercato. Se così facessero, perché c’è una legge, molte banche avrebbero dovuto portare i libri in tribunale.
    • La legge non si applica perché… perché… c’è la crisi… ma dovevi pensarci prima! A cosa serve una legge che non trova applicazione? Mah, cambieremo… faremo… e i piccoli azionisti delle banche subiscono le conseguenze… non hanno conoscenze… non utilizzano insider trading… come potrebbero, se sono loro i destinatari dell’abuso? Comunque, i piccoli dovrebbero svegliarsi…
  • I quattrini accantonati all’Inps da chi lavora e ha versato contributi veri vengono mangiati da coloro che non hanno mai versato niente e che per colmo di strafottenza si dice che abbiano versato dei contributi figurativi.
    • Bisognerebbe dire chiaramente: guarda che coi tuoi quattrini daremo la pensione anche ai nostri mantenuti che non hanno mai versato niente o quasi.
  • Se chi ha versato i contributi effettivi per 40 anni avesse preso l’uno per cento di interesse, avrebbe una pensione da mille e una notte.
    • Ma bisogna darla anche agli altri che non versano: dirigenti pubblici con contributi figurativi, sindacalisti con contributi figurativi, altri con contributi figurativi.
  • Il lardo di Colonnata fa male. Il formaggio di latte fa male. Tutto ciò che non può essere prodotto su grande scala fa male.
    • Il vino ad un dozzinante tira su il fisico e fa sangue, in corsia, ai poveracci fa male.
  • Il mercato immobiliare nel 2007 non poteva tenere. Esiste una legge di mercato che vuole il proprietario remunerato col 5% di affitto e su 60 metri quadri un operaio non può pagare più del 25% del salario.
    • Salario annuo 16000 x 25% = 4000, che è la rendita al 5% su 80000 che è il valore di 60 metri quadri, cioè 1350 al metro. Questo il valore ma forse il salario annuale è mediamente inferiore… tassare la proprietà di tali valori è un assurdo, vuol dire calpestare ogni diritto di chi risparmia. Una volta che s’inizia (nel 2007) la discesa dei valori, di solito questi scendono oltre il dovuto, anche sotto i mille al metro quadro. E questo per parlare dei piccoli appartamenti, che di solito sono i più stabili.
  • Banca X. Un piccolo si lagna per il tasso basso. L’impiegato (o scemo o ladro, fate voi) gli dice: “Noi possiamo darle lo 0.5%: se vuole dieci volte, cioè il 5%, abbiamo i Bot argentini… e il piccolino, malaccorto e avido, non dice: “Perché non state zitti, mi date lo 0.5% e i Bot argentini non ve li prendete voi?” non lo dice. Dice invece: “Lei me lo consiglia?” e l’impiegato risponde: “Sì, le consiglio i Bot argentini…”
  • Banca Y. In presenza di testimoni che possono testimoniare, come fanno i testimoni: anni fa, la banca offre ad una persona di 92 anni un piano di investimento in azioni! A 92 anni! Avete letto bene! Al che sono andato io per dire quello che si meritavano.
    • Risposta: Mah… prima… avremmo fatto firmare un modulo… per chiarire… ci mancherebbe altro… e tra l’altro era un piano aperto, pronto per ricevere ulteriori versamenti, non si sa mai… e questa gente non viene punita né sanzionata. E non hanno una coscienza. Ma hanno delle provvigioni…

Eppure, questa gentaglia andrebbe punita da una Mano Superiore, soprattutto quando si approfittano non solo dei risparmi ma anche e soprattutto della salute dei poveracci.

In Italia stiamo crescendo? C’è bisogno di tanto tempo per crescere e c’è anche bisogno di tanto tempo per dimenticare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...