Meditazioni 4 [406]

rivaschiavoni
Venezia – Riva Schiavoni – Gelateria Lazzarini – Presso il pontile dell’Arsenale – 1960 – Ernesto Giorgi ©

Amore: di una persona, credo che non si amino le labbra ma il sorriso. Non si amano i suoi capelli ma l‘effetto d’insieme che i capelli formano col suo viso. Insomma, non si ama la persona in sé ma l’insieme delle emozioni e delle sensazioni che essa sa suscitare in noi. Quando saremo lontani o quando saranno passati molti anni, non avremo nostalgia della persona ma ricorderemo le sensazioni, esattamente allo stesso modo del nostro paese natale.           

Quando perdiamo una persona, magari per sempre o siamo lontani dall’ambiente dell’infanzia, non proviamo nostalgia per quello che è successo ma per quello che non è successo e che sarebbe potuto succedere. Ecco, ci muore un nonno: ci ha detto tante cose, abbiamo imparato molto ma quante altre cose affascinanti avrebbe potuto dirci ancora? E un amore perduto, quanti altri momenti meravigliosi e diversi e nuovi e imprevedibili avrebbe potuto offrirci ancora?  Questi ultimi, sono perduti per sempre: ecco la struggente nostalgia. Se fossimo rimasti al paese natale, quanti altri, nuovi, piccoli episodi avremmo potuto gustare, in un ambiente amico conosciuto? Tutto questo non lo sapremo mai.

Buonismo: Ci sono delle persone riservate che non vogliono mostrare i loro sentimenti filantropici e ci sono altri che non hanno questi sentimenti. Sono due categorie ben distinte e non possiamo considerarle una sola categoria. Solo chi non ha sentimenti filantropici potrebbe forse essere criticato ma non chi non li dimostra. Poi, ci sono i teatrali recitativi che ostentano il loro buonismo. Escono con frasi come: “La solidarietà è un dovere per tutti”. A questo personaggio piace vedere dal di fuori la sua pietà, l’effetto che fa, il suo atteggiamento nella lotta contro l’ingiustizia, la sua compassione per i deboli. Sa già che tutti saranno d’accordo e che nessuno potrà esimersi dall’apprezzare il suo atteggiamento. Se non ci fosse crudeltà, se non ci fosse lo sfruttamento dei deboli, se non ci fossero ingiustizie, come potrebbe compiacersi della propria pietà e come potrebbe mostrarsi pietoso? Forse un apolitico potrebbe essere sincero ma come credere ai politici buonisti? Perché non cominciano a risanare un ambiente corrotto sin dalle fondamenta? Che senso ha adottare politiche buoniste per gli extra-comunitari ed applicare contemporaneamente la legge Fornero agli italiani? Costasse (la politica extra-comunitaria) solo un centesimo di Euro, sono quattrini degli italiani e un minimo di serietà imporrebbe di sentire la loro opinione, eletto o non eletto che sia il capo del governo. Lecito pensare che i politici non siano affatto disinteressati.

Educazione negativa: Se sono stato educato ad essere premiato quando sconfiggerò il nemico e nemici non ce ne sono, mi inventerò i nemici per  essere premiato. Poi, se non li sconfiggerò… Quindi una sana educazione dovrebbe prevedere i comportamenti anche quando non ci sono nemici. Un arruffapopoli inventa il nemico per evitare che i cittadini si accorgano del suo malgoverno. Una storia vecchia come Matusalemme.

Follia: L’utopia del folle consiste nel creare un corpo di leggi (150 mila…) che cerchino di prevedere tutto. In questo senso gli sembra di possedere il futuro, di essere onnipotente. Ma il futuro non è prevedibile in materia antropologica, umana. E in ogni caso: come fanno in Gran Bretagna con un corpo di tremila leggi? E vanno meglio di noi, il che equivale ad una dimostrazione.

Opera d’arte: le sinistre sono in antitesi con l’opera d’arte. Sacrificarsi per produrre un’opera d’arte non è cosa che possa essere fatta dai lavoratori di fabbrica, per quanto si cerchi di ingegnarsi ad addolcire la pillola. Ne esce così una sinistra che non può elevare l’opera d’arte a vessillo della sua cultura epperò ben la deve sostituire con qualcos’altro. Sembrò loro che Andy Warhol, con la sua popular art fosse il nuovo messia. E alcuni che non faticano a guadagnare, invece di avere un poco di pudore spendono cifre folli in tale forma d’arte. Comunque, se non hanno rubato, coi loro soldi possono fare quello che vogliono al posto della solidarietà di cui parlavamo prima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...