Meditazioni 6 [410]

zara
Venezia? No! Zara – Dalmazia – Croazia – Una calle del centro – 1976 – Ernesto Giorgi ©

Democrazia: Una democrazia non può governare pienamente e compiutamente, con novità d’intenti e di obiettivi. Troppe sono le rivalità, le resistenze ed i dispetti che i politici si fanno.    

Perlomeno in Italia. Diciamo che, nell’ipotesi migliore, la democrazia riesca ad amministrare alla meno peggio quello che di buono c’era già, che preesisteva.

L’esperto: C’è un gran bisogno di esperti ma… riflettiamo su di un fatto: abbiamo bisogno di nominare il miglior scultore che ci sia. Indiciamo una elezione e diamo incarico al popolo di stabilire chi sia il miglior scultore, al quale saranno conferiti gl’incarichi di scultura, tutti. Pensiamo veramente che ciò sia possibile? Che competenza può avere veramente il popolo circa la scultura? E non ci saranno dei caporioni che, in malafede, si approfitteranno dell’ingenuità popolare per indirizzarne il voto? Comunque, guidare un paese è molto più difficile che scolpire delle statue. Perché il popolo dovrebbe essere competente nel designare la futura guida del paese? Dirà qualcuno: ‘Ma gli altri criteri sono tutti peggiori’. Sarà ma in ogni caso ce lo dobbiamo ricordare ogni giorno. Per designare lo scultore, bisogna conoscere a fondo parecchie cose artistiche. Per nominare i politici, bisognerebbe saperne molte di più in tutti i campi.

Organizzazione: Ciò che è organizzato ha qualitativamente sempre la meglio su ciò che non è organizzato. Nell’organizzazione, esiste un’intelligenza creativa che spinge verso l’alto e il processo è sempre molto lungo (neghentropia). Ciò che non è organizzato, cade inevitabilmente verso il basso ed è un processo breve, sciocco, naturale (entropia). Se abbiamo un mucchio di mattoni, l’intelligenza creativa li fa diventare una bella casa, con fatica. Con poca fatica, invece, si mette una bomba e la casa ridiventa un mucchio di mattoni. Appena arriva un’intelligenza creatrice, essa avrà il sopravvento su tutte le intenzioni distruttrici, anche se l’intelligenza creatrice si rivelerà mediocre o peggio.

Temperatura: Qual è stata la temperatura del mondo primigenio? 37 gradi centigradi. Come fai a saperlo? Perché è la nostra temperatura corporea. Quindi il mondo potrà tornare a riscaldarsi sino a tale temperatura? La risposta agli ambientalisti…

Ladrocinio: Il politico sa che le sue pecorelle sono tassonomiche, classificatrici e tra politico onesto e politico disonesto, che è la classificazione semplice del popolo, il popolo stesso voterà sempre per quel politico che sembra meno disonesto. Il meno disonesto, confrontato col più disonesto, sarà classificato come appartenente alla categoria degli onesti. Se non ci fosse un disonesto sulla piazza che serva da paragone, sarebbe meglio inventarsene uno e metterlo in competizione apposta come avversario e inoltre pagarlo profumatamente: servirà da pietra di paragone (molto disonesto) e involontariamente farà vincere il politico astuto (poco disonesto, quindi onesto). Se poi me ne accorgo, beh… allora posso votare scheda bianca. Ma mi imbroglieranno comunque.

 

Annunci

Un pensiero su “Meditazioni 6 [410]”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...