La nube di Oort – Capitolo 8 [534]

Diario di Antonio Azzalini del 15 ottobre 1939. (facoltativo)

Si Satanás pudiese amar, dejaría de ser malo. (Se Satana potesse amare, smetterebbe di essere cattivo). Santa Teresa da Ávila (Mistica spagnola, 1515-1582)

La seconda guerra mondiale. I problemi della finanza internazionale nel 1929, la Bibbia, percorso storico con alcuni commenti sull’antichità. Gesù.

Continua a leggere La nube di Oort – Capitolo 8 [534]

L’uomo dei palloni [533]

Voigtlander Vito Bl Ob.Color Scopar f/2.8 50mm[Questa foto dell’ottobre 1961 mostra, a Venezia, in campo Ss. Filippo e Giacomo, l’uomo che vendeva i palloni ai bambini. La macchina fotografica è una Voigtländer tedesca Vito BL, 50 mm di focale con obiettivo Color Skopar ad apertura f:2.8; l’otturatore arrivava ad un trecentesimo di secondo: per quei tempi, un gioiello. La foto è stata sviluppata e stampata dall’autore, su carta Ferrania opaca. La carta opaca rendeva la foto più morbida, più naïf, più satin, anche se meno ‘glamour’. I neri sono buoni e la carta Ferrania ha dimostrato di saper resistere alle ingiurie del tempo.]

Continua a leggere L’uomo dei palloni [533]

La nube di Oort – Capitolo 7 [532]

Diario di Antonio Azzalini del 2 giugno 1939. (facoltativo)

Il carattere dell’uomo è il suo demone. Eraclito (filosofo greco, 550 a.C.? – 480 a.C.?) Frammenti, 119

 SchiavoniFigura 4 – Riva degli Schiavoni, Venezia.

Il primo approccio di Antonio Azzalini con Belial sul monte Pizzoc.

Nozioni sul tempo dell’universo ed alcune regole di deontologia cosmica, valide ovunque. La storia iniziale del pianeta Eddah. Le prime descrizioni dei Potenti: costoro sono forse Dio?

Continua a leggere La nube di Oort – Capitolo 7 [532]

Realtà politica [531]

Sordi
Alberto Sordi nella parte di un avvocato che sarebbe potuto essere un politico.

Nella cittadina veneta di… centomila persone votano per il candidato Serio, noto avvocato, il quale va a Roma come deputato.

Tra Serio e i suoi elettori c’è una tacita intesa.

Continua a leggere Realtà politica [531]

La nube di Oort – Capitolo 6 [530]

Sembra uno scherzo… (importante)

Salus populi suprema lex esto (La salvezza delle genti sia una legge suprema). Cicerone(scrittore politico romano, 106 – 43 a.C.), De legibus, 3, 8.

Dove si ci si rende conto che la legge data dagli Alieni era stata preannunciata anni prima, nel manoscritto messo in cassaforte in quel di Venezia.

Continua a leggere La nube di Oort – Capitolo 6 [530]

Un dialetto antico [529]

1960_Parlanti
1960 – Due parlanti il dialetto della Sinistra Piave, Antonio Baseotto e Alessio Pinese, entrambi scomparsi. – Ernesto Giorgi ©

La Sinistra Piave costituiva un’isola culturale all’interno del Veneto. In questa zona, così come il dialetto è più antico e radicato, anche le tradizioni sono più antiche e radicate. Questo parallelo si ricava da studi concreti di linguistica e di antropologia culturale, confrontati tra loro e validi per tutti gli esseri umani.

Continua a leggere Un dialetto antico [529]

La nube di Oort – Capitoli 4-5 [528]

Capitolo 4 – Martin e il mal di testa. (importante)

Il sogno è l’infinita ombra del Vero. Giovanni Pascoli (poeta italiano, 1855 -1912), Poemi conviviali, Alexandros.

In quel di Nuova York s’inizia il rapporto con una civiltà superiore alla nostra e misteriosa. Lo svolgimento dei primi fatti.

Continua a leggere La nube di Oort – Capitoli 4-5 [528]

Mastro Benedetto 5 [527]

zarax
La cattedrale di Zara: sembra di essere a Venezia – 1976 – Ernesto Giorgi©

(Vedere anche il precedente Mastro Benedetto 4).  Mastro Benedetto (Benéto) era sempre seduto con i suoi allievi al Caffè Floriàn, in Piazza San Marco. Si dibatteva il tema “se gioventù sapesse, se vecchiaia potesse”.

Alcuni allievi, più che altro per sentito dire dai propri genitori, sostenevano, forse per far piacere a Benedetto, che la gioventù sbagliava di molto nel rifiutarsi di ascoltare gli anziani.

Continua a leggere Mastro Benedetto 5 [527]

La nube di Oort – Capitolo 3 [526]

La traduzione da Luserna. (importante)

Celui-là se croit Kant, parce qu’il l’a traduit. (Quel tale si crede Kant, perché l’ha tradotto.) D. Gay de Girardin (scrittrice francese, 1806-1881), L’école des journalistes, 1, 5.

Dove Paolo Ballarin si accorge di come s’inizino dei fenomeni inspiegabili nell’esame di un manoscritto speciale e come egli prenda la decisione di attendere tempi acconci ad un eventuale nuovo esame.

Continua a leggere La nube di Oort – Capitolo 3 [526]

La dolce vita 1 [525]

dolcevitaNota introduttiva per i lettori: quando trovate una parola cancellata, quella sarebbe la vera parola da usare e subito dopo troverete quella che è invece di moda usare adesso, perché, per varie ragioni, certe cose non si possono dire. Queste cose che non si possono dire sono una ipocrisia corrente, degli eufemismi per nascondere e mistificare una realtà spiacevole.

Continua a leggere La dolce vita 1 [525]

La nube di Oort, cap. 1 e 2 [524]

Abbiamo  pensato di fare cosa gradita ai nostri lettori pubblicando il romanzo La Nube di Oort a puntate, come usava una volta nei romanzi d’appendice.

 Ernesto Giorgi

La Nube di Oort

cadarioMonet
Monet: Ca’ Dario

Da Venezia, il futuro dell’Uomo.

Un romanzo avvincente e culturalmente completo.

Continua a leggere La nube di Oort, cap. 1 e 2 [524]

Il carovita [522]

barbone
Venezia, 1970 – Il barbone della storia seduto sulla panchina della Loggetta del Sansovino, in Piazza San Marco – Ernesto Giorgi ©

Venèssia: ghe xe un barbón de novànta e pàssa àni sentà su ła banchéta de màrmo de ła Logéta Sansovìn, in Piàssa Sà’ Màrco.

Xe febràio e xe tànto frédo e mi ghe vàdo rénte, ghe dàgo ‘na pałànca e me férmo un momentìn, par domandàrghe cóme che ła và.

Continua a leggere Il carovita [522]

Meditazioni 7 [521]

vallaresso1957
Venezia, 1957 – Una immagine del Bar Ridotto, vicino all’omonimo teatro, in Calle Vallaresso, calle a sua volta vicinissima alla Piazza San Marco – Ernesto Giorgi ©

[Il precedente era ovviamente Meditazioni 6.]  Dato che siamo in argomento di meditazioni, dovremmo meditare a lungo sull’attuale situazione italiana. Chi scrive, ha cercato di fare la sua parte e, senza aver la pretesa di insegnare qualcosa a qualcuno, saranno qui esposte delle riflessioni. D’altronde, un sito come Il Piave è un luogo dove il lettore cerca di avere qualche momento di rilassamento e quindi il riflettere e il meditare possono pur far parte delle attese di chi legge.  Altrimenti, potrebbe fare a meno benissimo di leggere queste righe.

Continua a leggere Meditazioni 7 [521]

Il sorriso dell’impiccato. [520]

impiccato
Ernesto Giorgi ©

Durante la trasmissione televisiva ‘La verità’, viene proposto il seguente quiz: “In quale anno Adolf Hitler viene nominato cancelliere?”. Le risposte possibili sono: 1933 – 1948 – 1964 -1979.

Continua a leggere Il sorriso dell’impiccato. [520]

Le frasi del popolo veneto 8 [519]

veneziacarnevale1982
Uno dei primi carnevali moderni: febbraio 1982, Venezia, Piazza San Marco, la gente guarda un gruppo di ballerini travestiti da oranghi. Sullo sfondo, a destra, l’ala che chiude la Piazza col Museo Correr. Ernesto Giorgi ©

Le sigle descrivono: (SP) Sinistra Piave, (V) Venezia. Se non c’è nessuna sigla, con leggerissime differenze la frase va bene sia per (SP) che per (V) e, quasi sempre, anche per tutto il Veneto.

Continua a leggere Le frasi del popolo veneto 8 [519]