Promèteo 17 [648]

PrometeoFine
Il capitolo 17 costituisce la fine di tutta l’opera Promèteo.

CAPITOLO 17 QUESTIONARI

Questo capitolo non ha alcuna informazione utile ad acquisire nuove conoscenze: contiene tutta una serie di questionari per fare il punto su quanto appreso nei 16 capitoli precedenti.

17.1 SBLOCCO DI UNA SITUAZIONE

17.1.1 Definizione di una situazione bloccata

1. Qual è la situazione? Sono io che la devo sbloccare? È mia responsabilità? [G]

2. Ho i mezzi (tecnici, finanziari, umani e le informazioni) necessari per sbloccarla? [A]

3. Voglio sbloccarla? [B]

Se avete risposto “sì” a TUTTE le tre domande, passate a SBLOCCO TRAMITE LA NOZIONE DEGLI STATI DELL’IO (17.1.2)

Se avete risposto “no” anche a una sola delle tre domande, prendete la decisione:

A. Di non sbloccare la situazione e abbandonare il questionario.
B. Di analizzare il blocco dello stato dell’Io che dice no, passando solo successivamente allo SBLOCCO TRAMITE LA NOZIONE DEGLI STATI DELL’IO.

 

17.1.2 Sblocco tramite la nozione degli stati dell’Io

1. In quale stato [GAB] mi trovo quando il problema si manifesta?

2. Qual è l’agente segreto al controllo? (probabilmente non è l’Adulto)

3. Cosa farei se [A] fosse al controllo?

4. Sarebbe una soluzione il fatto di avere [A] al controllo?

5. Come farei se volessi sabotare questo sblocco [BAR]?

6. Sono chiaro con me stesso sulle mie intenzioni o sui rischi di auto-sabotaggio?

 

17.1.3 Sblocco tramite la nozione di transazione

1. Quali sono le transazioni apparenti tra me e l’altro e tra l’altro e me? (l’altro può essere una persona o una organizzazione, come pure il me. Repetita juvant…)

2. Cos’è che so e che non dico…

A. circa i compiti rispettivi (fatti).

B. circa la nostra relazione (sentimenti).

3. Cosa succederebbe se dicessi quello che non dico?

4. Cosa sa l’altro che non mi dice…

A. circa i compiti rispettivi (fatti).

B. circa la nostra relazione (sentimenti).

5. Cosa succederebbe se me ne parlasse?

6. Bisogna incrociare la transazione o no? (no=uscire dal gioco).

7. Bisogna che ci sia interruzione della relazione? (momentanea o definitiva).

 

17.1.4 Sblocco tramite la nozione di simbiosi

1. In che tipo di simbiosi mi trovo? Con chi? (persona fisica o morale, reale o immaginaria, fantasma).

2. Quali sono i miei stati dell’Io esclusi? Cosa dicono?

3. Che farei se fossi autonomo, non in simbiosi?

4. Esiste una soluzione non simbiotica (e non una sottomissione o una ribellione nascosta)?

 

17.1.5 Sblocco tramite la nozione di programmazione del tempo

1. Mi trovo in: un isolamento, un rituale, un passatempo, un’attività, un gioco o nell’intimità?

2. Cosa succederebbe se volessi svolgere un’attività` orientata verso un obiettivo?

3. Cosa succederebbe se volessi fare un’esperienza di intimità?

4. Cosa decido?

 

17.1.6 Sblocco tramite la nozione di sotto/sopra-valutazione

1. Quale tipo di sotto/sopra-valutazione faccio di solito?

A. a livello di persone:

B. a livello di problema:

C. a livello di solubilità del problema:

D. a livello delle sue soluzioni:

2. Quale sarebbe una formulazione senza sotto o sopra-valutazioni?

 

17.1.7 Sblocco tramite la nozione di passività

1. In quale forma di passività sono caduto?

A. far niente (la sfinge).

B. agitazione (la sigaretta febbrile).

C. incapacitazione di sé o violenza (scarica-barile).

D. sovraadattamento per nascondere (faccio tutto io).

2. Quale sarebbe una soluzione veramente attiva ed efficace?

3. Ora voglio controllare che non sia una forma di [faccio tutto io].


17.1.8 Sblocco tramite la nozione di stimolo

1. Quali sono gli stimoli…

STIMOLI Condizionati Incondizionati
Positivi  

 

 

 
Negativi  

 

 

 

 
che vorrei…
Dare

 

 

 

Ricevere

 

 

 

Accettare

 

 

 

Rifiutare

 

 

 

2. Quali gli stimoli che vorrei dare a me stesso?

3. D’ora in avanti, circa gli stimoli, mi voglio dare il permesso di…

 

17.1.9 Sblocco tramite la nozione di posizione di vita

1. In quale posizione di vita mi trovo? (+ +, – -, + -, – +)

2. Cosa succederebbe se accetto di riconoscere il mio fallimento attuale? [accettazione nel caso di posizione (- -) oppure (- +)]

3. Cosa succederebbe se passassi da un rapporto di competizione a uno di collaborazione?

4. Cosa succederebbe se passassi da una attitudine da perdente a una da vincente?

5. Cosa farei se fossi nella posizione (+ +)?

6. Il fatto di passare a (+ +), sarebbe una soluzione?

 

17.1.10 Sblocco tramite la nozione di racket

1. Qual è l’emozione che mi proibisco di sentire, di esprimere liberamente?

2. Con quale emozione la rimpiazzo?

3. Chi sto manipolando con questa emozione e qual è il mio obiettivo?

4. Sono veramente interessato a continuare questo racket?

5. Cosa succederebbe se esprimessi liberamente l’emozione nascosta?

 

17.1.11 Sblocco tramite la nozione di raccolta di figurine

1. Che tipo di figurine sto collezionando?

2. Quante ce ne sono nel mio album?

3. Quando consegnerò al negoziante la collezione e in cambio, che regalo mi farò dare?

4. Questa raccolta è veramente nel mio interesse?

5. Come potrei liquidarla simbolicamente?

6. A piccoli quantitativi o tutta in una volta?

7. Cosa pretenderei se rinunciassi alla collezione e basta?

 

17.1.12 Sblocco tramite la nozione di gioco

1. In quale ruolo mi trovo in questo periodo? (Persecutore, Salvatore, Vittima Ribelle o Vittima Sottomessa)

2. Quali benefici negativi ne otterrò?

3. Per uscire dal triangolo drammatico:

A. cosa dice il mio [A]?

B. cosa dice il mio [Bambino Spontaneo (BS)]?

4. Cosa succederebbe se permettessi ad A e BS di esprimersi?

5. Sono forse in un gioco?

6. Cos’è successo all’inizio del gioco e in seguito… in seguito… in seguito?

7. A quale posizione di vita (+ +, – -, + -, – +) sto puntando?

8. Come si chiama questo gioco?

9. L’ho già vissuto? Con coloro coi quali lo sto giocando ora? Con altri?

 

17.1.13 Sblocco tramite la nozione di Copione

1. A quale proibizione sono attualmente sottomesso?

2. Sul piano personale: senza amore, senza spirito (esprit), senza denaro, senza potere, senza gioia?

3. Quale prescrizione apparentemente positiva sta facendo sì che io mi trastulli con la proibizione precedente? Sii perfetto – sbrigati – non dispiacermi – puoi far meglio – sii forte (prova ancora).

4. Qual è il programma (l’esempio, il modello) che sto seguendo?

5. Dati questi ordini, queste proibizioni, questi modelli, probabilmente avrò preso molti anni fa (o pochi anni fa) una o più decisioni. Quali? Quando?

17.2 COPIONE PROFESSIONALE

17.2.1 I vostri modelli professionali

1. Fate il vostro ritratto sul piano professionale:

Relazione Qualità Difetti
In quanto superiore    

 

           

   
In quanto collega

 

 

   
In quanto subordinato

 

 

   

2. Quali sono le due persone che hanno maggiormente influenzato la vostra formazione intellettuale?

3. Quali sono le due persone che hanno maggiormente influenzato il vostro stile professionale?

4. Fate il ritratto (eventualmente immaginario) di queste quattro persone sul piano professionale:

Nome Relazione Qualità Difetti
A In quanto superiore    

 

           

In quanto collega

 

 

 

In quanto subordinato

 

 

B In quanto superiore    

 

           

In quanto collega

 

 

 

In quanto subordinato

 

 

C In quanto superiore    

 

           

In quanto collega

 

 

 

In quanto subordinato

 

 

D In quanto superiore    

 

           

In quanto collega

 

 

 

In quanto subordinato

 

 

5. Cosa dicevano e cosa facevano queste persone in relazione a:

  Dicevano Facevano
Al lavoro?

 

 

   
Al denaro?

 

 

   
Al potere?

 

 

   
Alle prese di decisione?

 

 

   
Al dovere professionale?

 

 

   

 

17.2.1.1 Bilancio dei modelli professionali–

1. Confrontate il vostro proprio ritratto sul piano professionale con quello di queste quattro persone: quali le caratteristiche che credete di aver preso a prestito? Quali che avete rifiutato? Quali che vi sarebbero comuni?

2. Vi piace il ritratto professionale che avete fatto a voi stessi? Cosa volete cambiare?

3. Quali i mezzi che potreste mettere in cantiere per cambiare e a quando la verifica se il cambiamento è avvenuto?

 

17.2.2 Il vostro orientamento professionale

1. Vostro padre cosa sognava del vostro avvenire professionale e perché?

2. E vostra madre?

3. Quali i comportamenti e gli orientamenti professionali proibiti da vostro padre e perché?

4. E da vostra madre?

5. Siete oggi più vicino ai sogni di vostro padre o di vostra madre e perché?

6. Quale mestiere volevate fare da piccolo e perché?

7. E da adolescente?

8. Che lavoro fate attualmente e perché?

9. Qual è il vostro motto nel lavoro?

 

17.2.2.1 Bilancio dell’orientamento professionale.

1. Siete soddisfatto del vostro orientamento professionale attuale? Se non lo siete, rispondete:

2. Desiderate cambiare questo orientamento?

3. Pensate che dovreste effettivamente cambiarlo?

4. Pensate di avere i mezzi per cambiare?

5. Cosa decidete?

6. Quali i mezzi che potreste mettere in cantiere per cambiare e a quando la verifica se il cambiamento è avvenuto?

 

17.2.3 Le vostre esperienze professionali importanti

1. L’esperienza più negativa:

A. Qual`è stata?

B. Sedetevi comodamente, chiudete gli occhi e rivivetela tranquillamente in tutti i suoi dettagli.

C. Quale la persona o le persone che hanno giocato il ruolo più grande in questa brutta esperienza?

D. Come ha reagito esteriormente questa persona? (che ha detto o fatto).

E. Come ha reagito interiormente? (che emozione viveva: paura, collera, tristezza, desiderio, affetto, gioia).

F. Come avete reagito esteriormente voi?

G. Ed interiormente?

H. Quale decisione avete preso dopo questa esperienza?

I. Quali altre reazioni:

a. Avreste voluto avere?

b. Avreste dovuto avere?

c. Avreste potuto avere?

J. Quali altre decisioni:

a. Avreste desiderato prendere?

b. Avreste dovuto prendere?

c. Avreste potuto prendere?

2. L’esperienza più positiva:

A. Qual`è stata?

B. Sedetevi comodamente, chiudete gli occhi e rivivetela in tutti i suoi dettagli.

C. Quale la persona o le persone che hanno giocato il ruolo più grande in questa bella esperienza?

D. Come ha reagito esteriormente questa persona? (che ha detto o fatto).

E. Come ha reagito interiormente? (che emozione viveva: paura, collera, tristezza, desiderio, affetto, gioia).

F. Come avete reagito esteriormente voi?

G. Ed interiormente?

H. Quale decisione avete preso dopo questa esperienza?

I. Quali altre reazioni:

a. Avreste voluto avere?

b. Avreste dovuto avere?

c. Avreste potuto avere?

J. Quali altre decisioni:

a. Avreste desiderato prendere?

b. Avreste dovuto prendere?

c. Avreste potuto prendere?

17.2.3.1 Bilancio delle esperienze professionali –

1. Qual è stata l’influenza di quelle decisioni sulla vostra vita professionale successiva?

2. Oggi, in quale misura pensate che quelle decisioni limitino e dirigano la vostra vita professionale?

3. In cosa vorreste cambiarle od allargarle?

4. Quali i mezzi che potreste mettere in cantiere per cambiare e a quando la verifica se il cambiamento è avvenuto?

17.2.4 I vostri miti professionali –

1. Il mito negativo:

A. Qual è l’esempio di scacco professionale che vi ha colpito di più (nel vostro ambiente o nella cultura in generale)?

B. Raccontatelo in qualche riga:

 

 

 

2. Il mito positivo:

A. Qual è l’esempio di riuscita professionale che vi ha segnato di più (nel vostro ambiente o nella cultura in generale)?

B. Raccontatelo in qualche riga:

 

 

 

17.2.4.1 Bilancio dei miti professionali –

1. Quali sono i rapporti che potete intravvedere tra questi ultimi esempi di scacco e di riuscita e le vostre due esperienze, peggiore e migliore, come le avevate descritte precedentemente nel questionario:

A. Rassomiglianze tra l’esperienza più negativa e lo scacco professionale più impressionante:

B. Rassomiglianze tra l’esperienza più positiva e la riuscita professionale più impressionante:

2. Questi schemi di comportamento, di fallimento e riuscita sono frequentemente complementari: bloccano le persone in un sistema senza via d’uscita dove queste persone si trovano periodicamente di fronte alle stesse difficoltà. Vedete per caso una relazione tra quanto detto e la vostra carriera?

 

17.2.5 Le vostre difficoltà` professionali

1. Quali sono ora le vostre difficoltà in relazione a:

A. Lavoro.

 

 

 

B. Denaro.

 

 

 

C. Potere.

 

 

 

D. Soluzioni di problemi.

 

 

 

E. Dovere professionale.

 

 

 

F. Riuscita professionale.

 

 

 

2. Quando avete provato delle difficoltà per la prima volta?

3. Quale emozione sentite quando pensate a quella difficoltà? (paura, collera, tristezza, desiderio, affetto, gioia).

4. Quando avete provato per la prima volta la (o le) emozioni di cui sopra nella vostra vita professionale?

5. Quali rapporti vedete tra queste difficoltà e ciò che dicevano e/o facevano le persone che vi hanno influenzato circa il punto (E) precedente?

6. Avete mai pensato che in caso di scacco professionale grave, potreste:

A. Ammalarvi?

B. Diventare disoccupato?

C. Andare in prigione?

D. Essere dichiarato fallito definitivamente dalla comunità?

E. Suicidarvi?

F. Ammazzare qualcuno?

G. Impazzire?

7. Se le vostre difficoltà attuali dovessero continuare, cosa fareste nei prossimi cinque anni?

8. Quale la probabilità che entro cinque anni finiate in uno dei tristi casi precedenti?

 

17.2.5.1 Bilancio delle difficoltà professionali –

1. La vostra situazione attuale e le ipotesi per l’avvenire vi piacciono? Cosa volete cambiare?

2. Quali i mezzi che potreste mettere in cantiere per cambiare e a quando la verifica se il cambiamento è avvenuto?

 

17.2.6 La fine della vostra vita professionale –

1. Quando pensate che smetterete di lavorare? (pensionamento normale, anticipato, ragioni di salute, mai…)

2. Immaginate i vostri addii alla vita professionale, sedetevi comodamente, chiudete gli occhi e immaginate questa scena in tutti i dettagli…

3. Quali sono le persone assieme a voi? (superiori, colleghi, subordinati, clienti, amici…)

4. Nel vostro discorso d’addio, cosa dite della carriera passata?

5. Quali emozioni provate interiormente? (paura, collera, tristezza, desiderio, affetto, gioia)

6. Cosa pensate della situazione che state per lasciare?

7. Cosa vi stanno dicendo gli altri della vostra carriera passata:

A. I vostri superiori

B. I vostri colleghi

C. I vostri subordinati

D. Gli amici

E. I figli

F. Il coniuge

8. Cosa pensano invece della carriera e della situazione che lasciate?

A. I vostri superiori

B. I vostri colleghi

C. I vostri subordinati

D. Gli amici

E. I figli

F. Il coniuge

 

17.2.6.1 Bilancio della fine della vita professionale –

1. Questa proiezione nell’avvenire vi piace? Cosa volete cambiare?

2. Quali i mezzi che potreste mettere in cantiere per cambiare e a quando la verifica se il cambiamento è avvenuto?

 

 

PrometeoFine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...