Calendario di giugno 2019 [683]

legno
Legno creato col programma grafico Matrix © di Ernesto Giorgi

Pubblichiamo, in una pagina, le riflessioni di giugno 2019, pubblicate peraltro, giorno per giorno, nella rubrica (qui, sulla destra) denominata ‘Una considerazione al giorno’. Contiamo di farlo ogni mese.

 

 

 

 

Mese giugno, 2019.

  • sabato, 1/6 – Quando Napoleone diceva: ‘ogni soldato ha nello zaino il bastone di maresciallo’,  non ha aggiunto: ‘…e se, diventato maresciallo, non fa il suo dovere, il bastone gli sarà rotto sulla testa’. Quest’ultima parte, i nostri politici, quando perdono le elezioni, non vogliono accettare la realtà.

  • domenica, 2/6 – I magistrati, che detengono molto potere, non hanno capito che il potere stesso può dare alla testa.
  • lunedì, 3/6 – Nei films, la protagonista è sempre pettinatissima anche nelle situazioni più impegnative e il suo maquillage è sempre perfetto.
  • martedì, 4/6 – Molte volte una pietanza buona di per sé, presentata in modo sciatto, crea la sensazione che la pietanza stessa non sia gran che. In politica, come in cucina, come nella vita sentimentale, dovreste presentare le cose nel modo migliore. Questo non è gesuitismo: ci pensano già gli altri alle critiche, non preoccupatevi…
  • mercoledì, 5/6 – Chi non rida di ciò che è successo negli ultimi quarant’anni nell’Unione Europea, fa ridere. E, in quel di Bruxelles, non si accetta la realtà… in questo soccorsi dalla lettura del libretto ‘Della dissimulazione onesta’ di Torquato Accetto.
  • giovedì, 6/6 – La famosa giornalista alto-atesina dice al politico sovranista: “Ma lei, quando dice che cercherà di fare questo e quest’altro, lo farà veramente?” Non si rende nemmeno conto di aver implicitamente riconosciuto che il politico sovranista sia onnipotente. La risposta non poteva che essere: “Cercherò, mica tutti sono ai miei ordini…”
  • venerdì, 7/6 – Mi sovvengono, nel periodo degli ultimi cinquant’anni, affermazioni come: “Immarcescibile… irreversibile… inevitabile… senza ritorno… abbiamo superato gli ostacoli e mai e poi mai torneremo indietro…  cambiare significherebbe tornare all’età della pietra… la Storia confermerà la nostra vittoria indiscutibile…”. Ma la Storia non ne sa niente di tutte queste cose e, se dovesse essere necessario, la Storia cambierà le cose. Giovan Battista Vico insegna.
  • sabato, 8/6 – Quando qualcuno disse, l’altro giorno, che il Pd ha fatto i debiti che vengono imputati ora al governo gialloverde, l’osservazione di Zingaretti è stata: “Sono cose ridicole…”. Ma è verissimo: sono cose ridicole! E l’Unione Europea li ha lasciati fare, per 27 motivi inconfessabili ma che tutti conoscono. L’errore è stato quello di non approfondire l’argomento e svergognare  i colpevoli.
  • domenica, 9/6 – Nessuno vuole aspettare.
  • lunedì, 10/6 – L’albero del paradiso terrestre ci portò male.
  • martedì, 11/6 – Con quele albero fu fatto il legno della croce di Gesù Cristo?
  • mercoledì 12/6 – Non possiamo scordare l’albero della libertà della Rivoluzione Francese.
  • giovedì, 13/6 – L’albero della cuccagna è un tentativo di rimediare.
  • venerdì, 14/6 – Mi ricordo sempre il mansionario del Patriarcato di Venezia che prevedeva, per il venerdi santo, il più stretto digiuno: solo pesce e non più di cinque portate. Ma. verbigrazia; e gli altri venerdì?
  • sabato, 15/6 – Tanto va la gatta al lardo, che alla fine se lo mangia: era di Colonnata.
  • domenica, 16/6 – Personaggi come Govi, Baseggio, Fabrizi, Edoardo De Filippo, non esistono più.
  • lunedì, 17/6 – Recentemente, ho visto dei giovani giocare con lo Scarabeo: una pena indicibile.
  • martedì, 18/6 – Non si riesce a scambiare un’opinione con alcuno. O quasi.
  • mercoledì, 19/6 – Come ha fatto Hitler, dal 1931 al 1939, a far esplodere l’economia tedesca, peraltro disastrata?. A suo tempo, ciò costituì un grosso problema per l’establishment occidentale.
  • giovedì, 20/6 – L’ottimista è tale perchè non ha mai approfondito gli argomenti.
  • venerdì, 21/6 – C’è una netta contrapposizione nell’umanità: chi pensa che lo sviluppo sia lineare, come un vento impetuoso e chi pensa che lo sviluppo sia sinusoidale, come le onde del mare.
  • sabato, 22/6 – Il politico fa fatica a non dire che lo sviuppo sia esclusivamente lineare: sempre su, sempre su. E poi…
  • domenica, 23/6 – Il borghese non ha nuove idee: ha solamente abitudini. Le nuove idee lo terrorizzano. Nemmeno le ascolta.
  • lunedì, 24/6 – Siamo in mano a gente che ci ridurrà a zero in cultura, intelligenza eccetera: l’importante è che noi si consumi.
  • martedì, 25/6 – Cosa c’è di più bello di una bella donna che sa di essere bella?
  • mercoledì, 26/6 – Era talmente brutta che è morta giovane e senza fotografie. Ad ogni tentativo, l’obiettivo della macchina fotografica si crepava. Una vita senza obiettivi.
  • giovedì, 27/6 – Era esterrefatto perchè era convinto che certe cose fossero molte e sepolte ed invece sono ritornate.
  • venerdì 28/6 – La persona di sinistra era stupita perchè non pensava che potessero tornare certi atteggiamenti di destra. La persona di destra era stupita perchè non pensava che potessero tornare certi atteggiamenti di sinistra. I gesuiti non sono mai stupiti, che in italiano fa anche rima.
  • sabato, 29/6 – Politici, restituiteci la nostra dignità: tuttavia, per far questo, dovrete fare molte cose.
  • domenica, 30/6 – Non leggeva  mai i giornali della parte politica avversa. Cercava conferme e non voleva dubitare perchè gli veniva l’orticaria e gli si sforzava il cervello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...