Calendario di luglio 2019 [685]

Wyvern
Studio effettuato per una gioielleria. © Ernesto Giorgi

Calendario di luglio 2019 [685]

Revisione del 22 aprile 2020 – Pubblichiamo, in una pagina, le riflessioni di luglio 2019, pubblicate peraltro, giorno per giorno, nella rubrica (qui, sulla destra) denominata ‘Una considerazione al giorno’. Contiamo di farlo ogni mese.

Mese luglio 2019.

  • lunedì, 1/7 – Quanto più gli uomini si allontanano dalle donne e diventano indifferenti, tanto più, le trascurate, diventano adescatrici e vieppiù usano le loro arti muliebri.
  • martedì, 2/7 – Quando ti fanno domande, se non sono ufficiali ma per curiosità, rispondi sempre con un sacco di bugie, così, almeno, ti divertirai. Tanto, nessuno ascolta mai.
  • mercoledì, 3/7 – Prima di uccidere qualcuno, Stalin ne nascondeva il cadavere.
  • giovedì, 4/7 – Non fidarti mai delle calcolatrici: donne, s’intende.
  • venerdì, 5/7 – Quando ti sei fatto un certo prestigio lavorando gratis, non farlo più.
  • sabato, 6/7 – Ascolta attentissimamente ciò che dice il politico XYZ. A dormire, ci penserai questa notte.
  • domenica, 7/7 – Finché terrai la bocca chiusa, riceverai complimenti.
  • lunedì, 8/7 – Si raccomanda di non prendere cianuro, nemmeno per errore.
  • martedì, 9/7 – Il professore di ragioneria raccontava spesso delle fandonie per farsi bello. Fu presto soprannominato ‘l’inventario’.
  • mercoledì, 10/7 – Se volete avere solo rapporti intimi con una donna, è del tutto inutile cercar di creare premesse culturali.
  • giovedì, 11/7 – Per fare bella figura, certuni preferiscono parlare di cose astruse che, in realtà, non sanno. Quelle che sapevano, le hanno dimenticate.
  • venerdì, 12/7 – Non si può dire frighi per il plurale di frigo. Meglio, piuttosto, averne uno solo.
  • sabato, 13/7 – Non c’è sabato senza sole, non c’è donna senza amore, non c’è diamante senza lucentezza, non c’è lago senza chiarezza e non c’è asino senza cavezza. (Dialogo tra Bertoldo e re Alboino, di Giulio Cesare Croce, nato a San Giovanni in Persiceto (Bologna) nel 1550).
  • domenica, 14/7 – La presa della Bastiglia: la fine di un mondo romanticamente di sogno… principi, principesse…

  • lunedì, 15/7 – Una delle poche cose che sono (quasi) sicure è che domani il sole sorgerà ancora. I merli, comunque, sino all’aurora, sono in agitazione. Per questo forse si dice a uno in ansia: ‘Bravo, merlo!’
  • martedì, 16/7 – Non si dovrebbe mai intervenire in una baruffa per placare gli animi. A meno che non siate una brava persona.
  • mercoledì,17/7 – Uno degli aspetti interessanti della carriera ecclesiastica cattolica è che, se decidi di intraprenderla, (difficilmente) avrai la concorrenza femminile. Ma, comunque, meglio non fidarsi.
  • giovedì, 18/7 – Mentre si fa l’amore, non è buona educazione soffiare ripetutamente.
  • venerdì, 19/7 – In Africa, di venerdì, due cannibali dissero: ‘Oggi, mangiamo di magro.’ Pietro Di Magro era stato catturato ed ucciso un mese prima ed ora si trovava nei frighi, a pezzi. Non si dice frighi, bensì frigoriferi. Lo sanno anche i cannibali.
  • sabato, 20/7 – Un uomo non dovrebbe mai baciare la mano di un altro uomo, se non per comprovati equivoci sessuali.
  • domenica, 21/7 – Il marito dell’amazzone, per restare in carattere, alla sera indossava un doppio-mono-petto (o un mono-doppio-petto?).
  • lunedì, 22/7 – Sei un elettore serio? Dai il tuo voto a chi daresti anche la mano.
  • martedì, 23/7 – Un consiglio che nasce dal profondo del cuore: Quando, in futuro, assumerai un esponente del Partito Democratico come giardiniere, assicurati, almeno, che non sia stato Ministro dell’ Agricolura.
  • mercoledì, 24/7 – Se incontri il noto politico XY, che, come tutti sanno, la pensa diversamente da te, ricordarti di cominciare a ridere prima che lui cominci a parlare.
  • giovedì, 25/7 – Col progresso, certe volte il telefono suona di notte nei momenti meno… meno… come dire? meno opportuni. Una volta, non succedeva. Non c’erano i telefoni. Oggidì, non resta altro che evitare uno dei due fatti che possono concomitare.
  • venerdì, 26/7 – Non leggere mai il libro di un politico che non la pensa come te: potresti cambiare idea. Non leggere mai il libro di un politico che la pensa come te: sarebbe tempo perso. Per questo la gente non legge mai: dovrebbe interessarsi meno di politica.
  • sabato, 27/ 7 – Non è mai troppo tardi per diventare odioso. Le occasioni sono tante. E non costa fatica.
  • domenica, 28/7 -Il parroco ha detto che questo papa è il migliore possibile.
  • lunedì 29/7 – Sorveglia la moglie degli altri, non la tua. Sarai sicuro di evitare momenti spiacevoli.
  • martedì, 30/7 – Diceva un baco da seta: ‘Non mangiare mai carne e neppure pesce.’ Il baco aveva mangiato la foglia.
  • mercoledì, 31/7 – Manda tanti auguri, molti moltissimi e soprattutto a Natale e a Pasqua: costa quasi niente e i frutti verranno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...