Archivi categoria: Linguistica

Diego, il maggiordomo 2 [733]

Diego2
Un simpatico maggiordomo che non conosce bene la lingua spagnola.

Per sapere chi è Diego D, leggetevi il raccontino precedente, cliccando qui.

Siamo nuovamente a Venezia, sulla Riva degli Schiavoni, in un tavolino della gelateria Lazzarini, e Diego si è ritrovato col suo amico d’infanzia, G.

G: “Dìme łe ùltime da Siviglia…” [Dimmi le ultime notizie da Siviglia.] Continua a leggere Diego, il maggiordomo 2 [733]

Curiosità linguistiche 2 [728]

obrigado
La parola ‘Grazie’, in molte lingue.

Revisione del 18 maggio 2020 –

2

Benché le lingue al mondo, come già visto altrove, siano circa 3000, solo un centinaio ha una forma scritta. Continua a leggere Curiosità linguistiche 2 [728]

Curiosità linguistiche 1 [727]

CinAlb1Untitled
Un albero: un possibile inizio degli ideogrammi cinesi. Viene letto, come ‘albero’, da parlanti lingue diverse.

Revisione del 18 maggio 2020 – 1) La scrittura ideografica.

Immaginiamo un cinese che voglia parlare con un vietnamita. Le lingue, tra loro, sono incomprensibili. Ma il nostro amico cinese ha avuto un’idea geniale: deve comunicare il concetto di albero, cioè shù (si dice proprio così in mandarino, la lingua di Pechino) al suo amico vietnamita Continua a leggere Curiosità linguistiche 1 [727]

Diego, il maggiordomo 1 [726]

Diego
Un simpatico maggiordomo che non conosce bene la lingua spagnola.

Revisione del 17 maggio 2020 – Diego D. è veneziano ed ha fatto la scuola alberghiera, conseguendo il patentino di Maggiordomo di Seconda Classe. Purtroppo per lui, non riuscì ad ottenere la Prima Classe, perché bisognava sapere almeno due lingue, oltre alla propria. Egli sapeva solo il francese, oltre all’ italiano.

Continua a leggere Diego, il maggiordomo 1 [726]

Babele 4 [724]

Numeri
I primi cinque numeri cardinali.

Diamo i primi cinque numeri in cinque lingue non indo-europee, per farci un’idea e poi in undici lingue indoeuropee, che analizzeremo. Ecco le cinque lingue che ci sono estranee come indoeuropei:

 

Continua a leggere Babele 4 [724]

Babele 3 [723]

musica
Le lingue cambiano per questioni eufoniche, musicali.

Nota per il lettore: il concetto di eufonicità, riportato in questo articolo, è, nel bene e nel male, un’ idea dell’ autore di questo blog. Da molto tempo, comunque, questa idea viene esaminata nei dettagli, prima di renderla pubblica.

Continua a leggere Babele 3 [723]

Babele 2 [722]

Babele2
Joos de Momper (II) 1700 circa – La torre di Babele.

Ma in Europa, che lingue si parlano? Si parlano lingue che appartengono alla famiglia indo-europea e lingue che appartengono ad altre famiglie. In Europa si parlano quindi, principalmente, le seguenti 29 lingue, indoeuropee e non: qui esporremo quelle parlate da più di un milione di abitanti, contando anche chi le parla vivendo fuori dai territori europei. La colonna riferita al tipo di lingua ha il seguente significato: Continua a leggere Babele 2 [722]

Babele 1 [721]

Babele
Peter Bruegel il Vecchio (1525~1569) – La Torre di Babele.

Revisione del 15 maggio 2020 – Nel mondo odierno, senza contare le varietà dialettali, possiamo valutare le lingue esistenti in un numero pari a 3000 circa.

Sarebbe opportuno sfatare subito due miti: Continua a leggere Babele 1 [721]

Sciogli lingua bellunese [691]

03-02Revisione del 23 aprile 2020 – Un giornalista toscano si trovava vicino a Feltre, nel bellunese ed era a caccia di qualche quadretto etnico, quando vide in un campo di erba medica, lungo la provinciale, due contadini, probabilmente padre e figlio, i quali, smessi momentaneamente i rastrelli per raccogliere il fieno, si stavano divorando delle fette di pane enormi, ripiene di salame, formaggio e insalatina fresca. Continua a leggere Sciogli lingua bellunese [691]

Coriandoli 14 [644]

corriera
Santa Lucia di Piave – 1962 – Una corriera è caduta nel torrente Crevada.

 

Revisione del 11 maggio 2020 –

PAROLE VENETE

Brituìn Temperino dallo sloveno britua = coltello ricurvo
Bromèstega dal latino bruma, brina ghiacciata con nebbia ghiacciata e paesaggio tutto bianco.
Bròsa dal latino bruma, si usa per parlare della brina ghiacciata senza nebbia ghiacciata.

Continua a leggere Coriandoli 14 [644]

Il dialetto veneziano 2 [592]

incubo
INCUBO – Johann Heinrich Füssli (Germania, 1791) – Goethe Museum di Francoforte. Il testo dell’articolo spiega il quadro.

Revisione del 11 maggio 2020 –

No par dir, sa, che no ti crédi…

No par dir [Non per dire. Ovvero: non sto parlando per far chiacchiere ma sto parlando per una cosa alla quale dovresti dare importanza.]

Continua a leggere Il dialetto veneziano 2 [592]

Il dialetto veneziano 1 [591]

1961Mori
1961 Piazza San Marco a Venezia – Ernesto Giorgi©

Revisione del 7 maggio 2020 – Esponiamo, in questo scritto, alcune frasi molto comuni a Venezia. Lo scopo è quello di mostrare come in un dialetto si riflettano alcune caratteristiche psicologiche di una popolazione, le quali dipendono dalla sua storia, dalla sua cultura e come le stesse caratteristiche siano, d’altronde, influenzate pure da questioni economiche.

Continua a leggere Il dialetto veneziano 1 [591]

Un dialetto antico [529]

1960_Parlanti
1960 – Due parlanti il dialetto della Sinistra Piave, Antonio Baseotto e Alessio Pinese, entrambi scomparsi. – Ernesto Giorgi ©

Revisione del 26 marzo 2020 – La Sinistra Piave costituiva un’isola culturale all’interno del Veneto. In questa zona, così come il dialetto è più antico e radicato, anche le tradizioni sono più antiche e radicate. Questo parallelo si ricava da studi concreti di linguistica e di antropologia culturale, confrontati tra loro e validi per tutti gli esseri umani.

Continua a leggere Un dialetto antico [529]