Archivi tag: cattiveria

Pianto [343]

piantoRevisione 24 mar 2019 – Diciamo subito che a tutt’oggi non è chiarissima la ragione del pianto. Per semplicità, definiamo il pianto come la risposta ad una emozione, sia negativa che positiva. Dopo aver pianto, in genere ci si sente meglio: ciò significherebbe che il pianto è una valvola di sfogo per liberare le tensioni psichiche dovute all’emozione stessa. Continua a leggere Pianto [343]

Pazzia Parte Seconda [316]

hitlerRevisione 12 gen 2019 – [Segue dalla Parte Prima] Le consuetudini e gli usi invalsi giustificano atti di una crudeltà spaventosa. Queste sono forme di pazzia? Se questi atti crudeli sono giudicati giustificabili dalla maggioranza della popolazione, non sono più considerati pazzia: è un processo graduale. Continua a leggere Pazzia Parte Seconda [316]

Pazzia Parte Prima [315]

vangoghRevisione 12 gen 2019 – Di solito, si pensa che un uomo equilibrato, messo assieme ad un pazzo, lo possa far rinsavire. Molto probabilmente, invece, succede proprio il contrario. Come la cattiveria è più potente della bontà, così la pazzia è più potente della saggezza. La pazzia di un malato è come un tarlo che si insinua nella mente saggia di un sano. Se prendiamo il Devoto – Oli, alla voce ‘pazzia’, recita: “Qualsiasi forma di alterazione, permanente o temporanea, delle facoltà mentali”. Continua a leggere Pazzia Parte Prima [315]