Una considerazione al giorno.

cadarioMonet
Il quadro di Ca’ Dario, a Venezia, dipinto da Claude Monet.

Dovrebbero risultare, alla fine del 2019, ben 365 considerazioni.

agosto 2019

  • giovedì, 1/8 – Quest’oggi a mezzogiorno, rincasando, non ho salutato mia moglie sostenendo che, essendo agosto, non la conoscevo. Non ha trovato spiritoso il mio comportamento.
  • venerdì, 2/8 – Sembra che gli italiani abbiano paura di essere importanti. Se non per le frivolezze. E invece, credete ad uno che è stato all’estero per lavoro, non abbiamo molto da imparare e, forse, niente.
  • sabato, 3/8 – Disse il filosofo, in partenza per Francoforte (si trattava di una vacanza di studio) coi suoi studenti: ‘Cari ragazzi, nella vita, in realtà, al di là delle chiacchiere, nessuno torna indietro, mai e per nessun motivo…’ Poi impallidì improvvisamente e vistosamente… e, balbettando, soggiunse: “Devo tornare a casa: ho dimenticato il passaporto… spero di fare in tempo…” Se non altro, la massima era servita almeno a questo…
  • domenica, 4/8 – Il giovane  professore di ginnastica, aitante e non troppo acuto, paarlava sempre con una mentina ( = caramellina) in bocca, cosa fastidiosissima per gli incliti allievi. Non passò molto tempo prima che gli fosse affibbiato il soprannome: Il braccio e la menta. Inoltre, quando sparava qualche (supposta?) fanfaronata sui suoi trascorsi atletici, veri o meno che fossero, serpeggiava tra noi ragazzi la seguente, conosciutissima frase: Mente, sapendo di mentine.
  • lunedì, 5/8 – L’egoista ti favorirà sempre: solo che lo farà quando anche a lui conviene. Ma a lui conviene sempre, perché non si sa mai.
  • martedì’, 6/8 – Genoveffa faceva all’amore con chiunque. Solo che, per sentirsi un poco meno colpevole, rimaneca fredda come due ghiaccioli.
  • mercoledi, 7/8 – Che differenza c’è tra un ladro e uno scassinatore? Che il ladro preferisce le casseforti aperte.
  • giovedì, 8/8 – Questa giornata rimarrà negli annali e non come una giornata qualunque, bensì come giovedì, 8 agosto 2019.
  • venerdì, 9/8 – I cannibali oggi mangiano Di Magro, il famoso esploratore  antropologo.
  • sabato, 10/8 – San Lorenzo X agosto: quando vedrai una stella cadente, non esprimere alcun desiderio. Dopo anni, penso, infatti,  che non ci sia niente di vero.
  • domenica, 11/8 – Il ferragosto e il primo maggio, erano le sole due feste dove anche i preti potevano riposare. E invece, nossignore! sì al Signore! Amen! (Amen = ebraico   אמן    che significa: certamente, è verità).
  • lunedì 12/8 –  L’ottimismo è come l’ossido di carbonio (CO): uccide, lasciando sul morto un’aura di tranquillità, di convinzione di aver pensato bene.
  • martedì 13/8 – Quando mi lodano per il mio comportamento x, mi fanno un dispiacere: non potrò mai più cambiare il comportamento x, per paura di non essere più apprezzato.
  • mercoledì, 14 /8 – Il ferragosto si sta avvicinando. Dove passi il ferregosto? Dove andrai? Siccome non ho voglia di andare in alcun posto e non lo posso dire, devo inventarmi delle scuse meschine per giustificarmi.
  • giovedì, 15/8 – C’è gente che cerca di suscitare pena, per essere al centro dell’attenzione, non importa per quale motivo.
  • venerdì, 16/8 – Una donna si deve amare senza capirla: se attendi di capirla, non l’amerai mai. 
  • sabato, 17/8 –

NARRAZIONE DI UNA VALLE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: