Archivi tag: filò

Filò 6 [512]

1981Candelora
Ormelle(Treviso) 2 febbraio 1981. La rottura delle pignatte coi regali durante la festa della Madonna Candelora – Ernesto Giorgi ©

Nella cultura della Sinistra Piave, la funzione del filò era importantissima. Per comprendere bene ciò che andremo scrivendo in questo articolo, sarebbe consigliabile di andare a rileggersi quanto meno l’articolo precedente sui filò. Ogni società umana, al mondo, ha i suoi riti di trasmissione della propria cultura: lo scopo è quello che i giovani imparino dagli anziani come comportarsi e imparino inoltre quali siano i riti di passaggio.

Continua a leggere Filò 6 [512]

Annunci

Filò 5 [390]

mucche
Mucche in una stalla, atta al filò.

Nel filò si cercano sensazioni fisiche e sensazioni psichiche. Le sensazioni fisiche sono il tepore della stalla, una luce ovattata, rumori familiari di animali conosciuti, paglia e sedili ruvidi senza sorprese, odori di latte frammisto a sentori di fieno, paglia e stallatico.     Continua a leggere Filò 5 [390]

Filò 4 [163]

carro

Le strade infernali.   

Nei filò, che di solito si tenevano nelle notti di autunno o d’inverno, forse per la luce fioca o forse per la temperatura fredda, il racconto verteva spesso su temi misteriosi, per non dire lugubri. Continua a leggere Filò 4 [163]

Filò 1 [160]

cuculo
Cuculus canorus, lunghezza 30~35 cm. ♂ maschio, ♀ femmina.

Distingueremo, per quanto possibile, negli articoli sui filò, tra la parte tradizionale e culturale (che chiameremo appunto Filò, perché molte volte le storie si sentivano in quell’ambiente) e una parte scientifica, per capirne le differenze.
Continua a leggere Filò 1 [160]

So io il perché [76]


SoIoIlPercheMaria Soldàn era una ventenne, figlia di agricoltori che avevano solo un paio di campi da coltivare. Nella casetta, situata nella borgata, viveva da sola con i genitori. Era la più bella ragazza del paese, a detta di tutti ma non solo bella: era gentile e sorridente.

Un codazzo di bambini le giravano sempre attorno: probabilmente l’avrebbero voluta per mamma. I bambini si aspettavano da lei storie, giochi, sorrisi e dolcezze. Continua a leggere So io il perché [76]

El mazzariòl [27]

mazzariol
El mazzariòl del Piave: grande poco più di un gatto.

Come tutti i diavoli, non ha diritto alla maiuscola nella sua lettera iniziale. Grande poco più di un gatto, è una creatura dispettosa ma non propriamente cattiva. Continua a leggere El mazzariòl [27]

Cecco Beppe [1]

1961_000013 

Dal 1866, questa terra fa parte, volente o nolente, della Repubblica Italiana. Nella mia infanzia avevo sempre sentito parlare di quanto si stesse bene sotto Cecco Beppe (l’imperatore Francesco Giuseppe I d’Austria, 1830 – 1916, Francesc Josif I in friulano) ma credevo che fossero le solite chiacchiere: a Venezia, sin dalla prima elementare (1949) mi avevano inculcato il Tricolore e così via. Continua a leggere Cecco Beppe [1]