Tutti gli articoli di Ernesto Giorgi

Coaching

Libertà 2 [600]

catene
La libertà dovrebbe spezzare le catene della schiavitù – Ernesto Giorgi©

La Repubblica di Venezia ha vissuto nella libertà, con le sue ‘concio’, assemblee popolari tenute in barca al Malamocco dapprima e a San Marco poi, dall’anno 800 circa sino al 1297, anno in cui gli aristocratici veneziani

Continua a leggere Libertà 2 [600]

Annunci

Libertà 1 [599]

Libertà
Il berretto frigio, simbolo della Rivoluzione Francese.

Cerchiamo di chiarire cosa sia, nei fatti, la libertà.

Rimanendo in tema di berretto frigio, simbolo di libertà, uguaglianza e fraternità, supponiamo che in Italia si sia tenuto un referendum, che chiedeva:

VOLETE VOI CHE TUTTI GLI ITALIANI, QUANDO ESCONO DI CASA, SIANO OBBLIGATI A PORTARE IL BERRETTO FRIGIO?

Continua a leggere Libertà 1 [599]

Coriandoli 12 [598]

Coriandoli2018
La grafica è ottenuta, secondo la tradizione delle maschere veneziane, ruotando gli stessi elementi di base – Ernesto Giorgi©

Ribadiamo, ove fosse necessario, che tutte le notizie di questo articolo sono scientificamente provate e ricavate da libri che si trovano in bibliografia.

 

Continua a leggere Coriandoli 12 [598]

Coriandoli 11 [597]

Pasqua
Buona Pasqua 2018 (Attenti agli scherzi, perché sarà il primo aprile)

Ribadiamo, ove fosse necessario, che tutte le notizie di questo articolo sono scientificamente provate e ricavate da libri che si trovano in bibliografia.

Continua a leggere Coriandoli 11 [597]

Homo sapiens sapiens [596]

NeanderthalSapiens
Un Uomo Anatomicamente Moderno (Homo Sapiens Sapiens) e nello specchio un uomo di Neanderthal (Homo Neanderthalensis)

Proseguiamo con la compressione del tempo per renderci conto di quanto poco contino le nostre impressioni recenti. Lo scopo è quello di illustrare alcuni criteri di meditazione nella giusta prospettiva ed evidenziare che ciò che ci sembra importante, in realtà, è solo apparenza. Continua a leggere Homo sapiens sapiens [596]

Nulla di nuovo sotto il sole [595]

Lamezia
4 miliardi e mezzo di anni rappresentati da un percorso di mille chilometri da Lamezia Terme a Treviso.

Ognuno di noi pensa ogni tanto ai suoi simili e a quali siano i loro problemi.

Per un attimo, ci eleviamo a giudici del genere umano. Chi scrive, tuttavia, anche in previsione delle elezioni, pensa che noi non ci si renda bene conto di chi noi si sia, di quale sia la nostra importanza su questa Terra  e così via. Insomma, chi scrive ha la sensazione che non si veda bene la realtà. Continua a leggere Nulla di nuovo sotto il sole [595]

Arturo e il gatto soriano [594]

arturoNo se fa gnànca ora de vegnìr fóra da l’ostarìa che ti te tróvi ‘sto gàto par compagnìa. Gò fàto ànca ła rìma. Rìma go fàto, parlàndo del gàto. N’àltra rìma…  stasséra so’ pròpio un poèta… Càro gàto soriàn, no stà russàrte su łe me gàmbe; mi capìsso che te so’ simpàtico ma ti va in sérca de fàrme cascàr par tèra.

Continua a leggere Arturo e il gatto soriano [594]

Il dialetto veneziano 2 [592]

incubo
INCUBO – Johann Heinrich Füssli (Germania, 1791) – Goethe Museum di Francoforte. Il testo dell’articolo spiega il quadro.

No par dir, sa, che no ti crédi…

No par dir Non per dire. Ovvero: non sto parlando per far chiacchiere ma sto parlando per una cosa alla quale dovresti dare importanza.

Continua a leggere Il dialetto veneziano 2 [592]

Il dialetto veneziano 1 [591]

1961Mori
1961 Piazza San Marco a Venezia – Ernesto Giorgi©

Esponiamo, in questo scritto, alcune frasi molto comuni a Venezia. Lo scopo è quello di mostrare come in un dialetto si riflettano alcune caratteristiche psicologiche di una popolazione, le quali dipendono dalla sua storia, dalla sua cultura e come le stesse caratteristiche siano, d’altronde, influenzate pure da questioni economiche.

Continua a leggere Il dialetto veneziano 1 [591]

Domenica Festa 3 [589]

1959_QuattroFontane
luglio 1959 – Lido di Venezia – La spiaggia delle Quattro Fontane – Ernesto Giorgi©

Toni racconta ad un amico: Incuò go vùo ‘na sodisfassión granda: stamatìna, dato che xe doménega, in dèroga a łe vècie abitùdini, che gavémo sémpre de sòłito, me mugèr me ga dìto: <Vestìssite pùra cóme che ti crédi mègio.>

Continua a leggere Domenica Festa 3 [589]

Un amore stroncato [588]

bruttaQuesta storia è successa nel 1961, quando il mio amico XY, classe 1942, aveva 19 anni e cominciava ad uscire con una sua compagna di scuola, ZA.

Era costei, francamente, obiettivamente… insomma, non era Brigitte Bardot e nemmeno una sua lontana parente.

Continua a leggere Un amore stroncato [588]

Sabato Festa 2 [587]

sabato
22 ottobre 2017 – La regione veneta, dopo il referendum, sorride: e chi può resistere ad un tanto lusinghiero sorriso?

Il sindaco di un comune del Piave ed un grosso possidente agricolo sono andati a pranzo assieme per tenere buoni rapporti. Sono arrivati al dessert e l’atmosfera è molto buona. Il pranzo avviene il giorno di San Martino, quando in agricoltura si fa il bilancio della stagione agricola chiusa.

Continua a leggere Sabato Festa 2 [587]

I magnifici sette [586]

 Invito scherzoso a votare al referendum del 22 ottobre 2017

votobellunoIl primo dei magnifici sette. Adamo Del Monte, nato e residente a Pieve di Livinallongo del Col di Lana. Belluno. Era un tipo disponibilissimo. Famoso per dire sempre sì. Piuttosto giovane, aveva il difetto che, col passare degli anni, purtroppo, invecchiava. Si narra che una volta, non potendo partecipare al consiglio comunale, lasciò un biglietto con scritto: “Dico sì. Del Monte”.

Continua a leggere I magnifici sette [586]

Mastro Benedetto 8 [585]

Frezzeria
Venezia – Frezzeria – Una calle centralissima di Venezia dove una volta si fabbricavano le frecce, da cui il nome. Chi guarda, sta guardando verso nord-nord-ovest. Alla sinistra di chi guarda, a cento metri di distanza, c’è la Piazza San Marco. Alle sue destra c’è la Salizada San Moisé, una calle piuttosto larga che dopo 150 metri porta al Campo San Moisè, con la famosissima chiesa barocca.

Al solito, Màstro Benéto si trovava a Venezia, in Piazza San Marco, seduto al Caffè Florian con i suoi allievi, dove, novello Aristotile peripatetico, spesso smetteva di passeggiare e nei tavolini del Caffè teneva concione.

Un allievo gli chiese cosa pensasse del problema degli extra-comunitari.

Continua a leggere Mastro Benedetto 8 [585]

Domenica Festa 2 [584]

i
1961 – D’in su la vetta della torre antica, passero solitario… questa è la torre di Recanati di cui parla Giacomo Leopardi – Ernesto Giorgi©

Un giornalista fa un’intervista ad Adolf Hitler.

“Führer, si parla e si sparla di campi di concentramento, nei quali sarebbero stati internati molti ebrei: ci può dire qualcosa di più?”

“Effettivamente ci sono degli ebrei…”

“Dicono che siano sottoposti alla soluzione finale…”

“Mah, le dirò, ci sono delle esagerazioni… ma comunque gli ebrei si sono abituati…”

Continua a leggere Domenica Festa 2 [584]

Autonomia e Indipendenza [583]

1980piccioni
Venezia 1980 – Piazza San Marco – Questo bambino dà da dei grani di mais ai piccioni: prima di morire, egli probabilmente potrebbe essere un cittadino della nuova Repubblica di Venezia – Ernesto Giorgi©

LA NOSTRA OPINIONE SUL REFERENDUM

Il referendum del 22 ottobre 2017 per i nuovi rapporti tra il Veneto e la Repubblica Italiana ha due aspetti peculiari:

  • 1 – Non servirà assolutamente a niente nell’immediato.
  • 2 – Se non si farà, sarà un disastro: è indispensabile per il nostro futuro.

         Continua a leggere Autonomia e Indipendenza [583]

Nonna Epo 4 [581]

genio
Un militare del Genio Telefonisti si prepara a salire sul palo per installare i fili del telegrafo. La divisa è quella della Prima Guerra Mondiale (1915-1918)

[Vedere anche l’articolo precedente Nonna Epo 3]. Mio padre ha fatto la Grande Guerra col grado di sottotenente. Fu al fronte fin dal 1917: era un ragazzo del ’99. Le classi ’98 e ’99 (i ragazzi del ’99) hanno fatto entrambe le guerre mondiali. Nella seconda guerra mondiale era capitano dei Carabinieri distaccato presso un nucleo di Artiglieria, con compiti di polizia militare, a Roseto degli Abruzzi (Teramo): gli italiani si aspettavano lo sbarco degli Alleati nel mare Adriatico e non nel Tirreno.

Continua a leggere Nonna Epo 4 [581]